Un milione di firme per vietare il glifosato


E’ una “Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE)” sostenuta da decine di associazioni in tutti i paesi dell’Unione europea. Se l’obiettivo sarà raggiunto la Commissione sarà legalmente obbligata a prendere in considerazione le richieste dei cittadini

Una “Iniziativa dei cittadini europei - ICE” è un modo speciale in cui i cittadini europei possono richiedere alla Commissione europea di investigare sul fatto se si debbano cambiare delle leggi in Europa o meno. È diversa da una normale petizione perché questo strumento obbliga legalmente la Commissione europea a prendere in considerazione e investigare le richieste dei cittadini, dando loro più potere contrattuale.

Questo è lo strumento scelto dall’associazione di cittadini europei We Move che in collaborazione con altre associazione presenti nei paesi dell’UE, per esempio in Italia, la Coalizione Stop al Glifosato e altre, ha promosso una raccolta di firme che punta a vietare l’uso del glifosato, l’erbicida sospetto di essere cancerogeno, a riformare la procedura di approvazione dei pesticidi e a fissare obiettivi di riduzione obbligatori al livello dell'UE per quanto riguarda l'uso dei pesticidi. Nel testo che si firma per aderire all’iniziativa si legge, tra l’altro:

“Si invita la Commissione europea a proporre agli Stati membri l'introduzione di un divieto di utilizzare glifosato, una sostanza messa in relazione con il cancro negli esseri umani e con il degrado degli ecosistemi; garantire che la valutazione scientifica dei pesticidi per l'approvazione regolamentare dell'UE si basi unicamente su studi pubblicati, che siano commissionati dalle autorità pubbliche competenti anziché l'industria dei pesticidi; fissare obiettivi di riduzione obbligatori per l'uso dei pesticidi al livello dell'UE, in vista di un futuro senza pesticidi”.

L’Iniziativa dei Cittadini Europei contro il glifosato e per nuove regole nell’uso e nella gestione dei pesticidi, avrà successo se raggiungerà oltre 1 milione di firme. In aggiunta, è necessario raggiungere un numero minimo di firme in almeno 7 paesi europei.

Per firmare vai qui

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here