Verdure o formaggi, uova o semi, legumi o pesce. Chi ha detto che la torta deve essere soltanto dolce? Qualche indicazione per la pasta base e per i possibili ripieni, ma qui la fantasia è d’obbligo e tutti possiamo crearne di ottimi con ingredienti di nostra scelta

5 ricette per torte salate: Cake di ceci, feta e pomodorini secchi - Torta salata alle due olive e finocchi - Rotolo di spinaci e tofu con nocciole e semid i lino - Crostata con farcia di carote e pinoli - Quiche con salmone e roquefort

Si dice torta e subito pensiamo alla fragranza di un dolce casalingo, cosparso di delicato zucchero a velo. Eppure le torte sono anche salate, così come le pizze sono anche dolci. A chi non viene in mente la genovese torta pasqualina? Una delizia per il palato oltre che per gli occhi! Sfiziosa ma, se seguiamo la ricetta originale, piuttosto laboriosa. Noi invece vogliamo proporre torte salate di rapida e facile esecuzione, adatte per chi lavora durante il giorno e non ha tempo alla sera di restare troppo a lungo accanto ai fornelli.
Innanzitutto le torte si differenziano per forma: rotonde e prive di copertura; oppure composte a terrina, in un normale stampo da plumcake. Ma potreste anche sperimentare il rotolo (una sorta di strudel salato). Ognuna ha caratteristiche che la rendono particolare e adatta a determinate occasioni; per le cene impegnative le terrine svolgono brillantemente la loro funzione di sostituti della carne o antipasti di tutto rispetto. Per i pranzi in ufficio i rotoli e le torte asciutte. Per la rapida cena casalinga il formato rotondo è l’ideale: ad esempio sono perfette le quiche.
Le torte salate si differenziano poi per la pasta: fra le più indicate la pasta brisée, la pasta sfoglia e la pasta da pane. Fatto l’involucro non resta che riempirlo. La scelta è infinita: verdure, formaggi, semi oleosi, uova, cereali e, volendo anche pesce. Indicati, soprattutto per gli snack fuori casa durante la pausa del mezzogiorno, i rotoli di formaggio e verdure, nutrienti, leggeri e saporiti al punto giusto. Per cambiare si possono usare i semi oleosi, il cui valore proteico è indiscutibile, Arricchiscono però non solo di sostanza ma anche di sapore, dando alla torta un aroma particolare.

Ricetta base della pasta brisée

La pasta brisée è di regola fatta con farina bianca: ma viene benissimo anche usando farina integrale. Ecco le dosi per uno stampo di circa 30 cm di diametro: 300 g di farina, 200 g di burro, acqua e sale.
Componete la farina a fontana e spezzettatevi all’interno il burro freddo. Sbriciolate quest’ultimo aiutandovi con la farina: quando è ben frazionato iniziate a impastare energicamente con le mani (dopo aver messo un pizzico di sale). Aggiungete l’acqua con molta cautela: il calore delle mani, infatti, ammorbidisce il burro e la pasta che un attimo prima sembrava “non venire”, un attimo dopo potrebbe essere troppo molle. Lasciate infine riposare per almeno mezz’ora in frigo.

Ecco le nostre sfiziose proposte.

Cake di ceci, feta e pomodori secchi
Difficoltà: Facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Torta salata alle due olive e finocchi
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Rotolo di spinaci e tofu con nocciole e semi di lino
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Dalila Motta

Crostata con farcia di carote ai pinoli
Difficoltà: Media
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Giuliana Lomazzi

Quiche con salmone e roquefort
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Michel Montignac

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here