Tassare l’uso degli antibiotici negli allevamenti intensivi


E' la proposta di un ricercatore, comparsa in un articolo pubblicato dal  New England Journal of Medicine, per evitare di peggiorare ulteriormente la situazione della resistenza agli antibiotici

Il dottor Aidan Hollis della Calgary University ha lanciato sul New England Journal of Medicine una proposta che farà discutere e che, secondo lui, potrebbe contribuire a risolvere il problema della diffusione della resistenza agli antibiotici. Ne riferisce un articolo di Gaia News. Così come già accade per la produzione e l’assorbimento di anidride carbonica, il ricercatore propone di creare una tassa sull’uso degli antibiotici negli allevamenti. La resistenza agli antibiotici, fenomeno che sta preoccupando sempre di più la comunità scientifica, deriverebbe, infatti, in maniera significativa dall’uso eccessivo di questi farmaci negli allevamenti dove non vengono impiegati solo per prevenire e curare le malattie, ma anche per migliorare l’assimilazione del cibo da parte degli animali e accelerare la loro crescita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here