Succhi d’inverno


Le spremute e i centrifugati di frutta e di verdure, oltre a placare la sete aiutano a rifornirci di vitamine e minerali. Ecco i prodotti di stagione che meglio si prestano a far da golosa e salutare bevanda

Anche in inverno il nostro fabbisogno di vitamine e sali minerali è particolarmente alto: la vita in ambienti chiusi, lontani dalla luce del sole, chiede il suo tributo, e il desiderio di cibi caldi, cotti, fa a volte trascurare un’adeguata assunzione di vegetali crudi. In questi casi, i succhi di frutta e verdura, possono supplire egregiamente.

Fatelo in casa

Numerosi motivi parlano in favore del succo preparato in casa. Prima di tutto, la freschezza di un vegetale appena separato nelle sue componenti: le fibre da una parte e dall’altra gli ingredienti più preziosi come le vitamine, i sali minerali, gli oligo-elementi, gli enzimi e tutta la fragranza.
Se si prepara un succo in casa, si cercherà di rifornirsi di vegetali di coltivazione biologica e freschissimi. Infine, la possibilità di comporre aperitivi e cocktail secondo gusto, fantasia e magari esigenze dietetiche costituisce un altro punto in favore del fai-da-te.

Sceglieteli di stagione

Tra la frutta, in questo periodo sono di stagione gli agrumi e i kiwi, ricchissime fonti soprattutto di vitamina C; le mele e le pere, gli ananas, dalle proprietà digestive, mineralizzanti, antianemiche, diuretiche e disintossicanti.
Tra le verdure, ricordiamo le carote, dalle proprietà toniche, antianemiche, rimineralizzanti, depurative, espettoranti, danno un succo dolce e delicato che si presta ottimamente alle miscele.
Le barbabietole sono ricchissime di sali minerali, antianemiche, regolatrici della pressione sanguigna, stimolanti delle funzioni epatiche. Il sedano a coste dà un ottimo sapore ai cocktail di verdure, ha proprietà stimolanti, depurative, antisettiche e dimagranti.
Cavoli e verze combattono pelle impura, ulcere e altri disturbi dello stomaco, ma anche astenia e debolezza e persino tosse e raucedine, se il loro succo viene mescolato con del miele. Il succo di carciofi, ricco di tannini, è consigliabile per proteggere il fegato nonché in caso di astenie, stress, infezioni intestinali ed è anche un ottimo depurativo, energetico, stimolante e digestivo. Il succo di zucca è nutriente, rinfrescante, emolliente, espettorante e disintossicante nonché blandamente lassativo.

Le ricette

Succo di zucca
Scegliete zucche dal colore giallo intenso e saporite. Eliminati i semi accuratamente, tagliare a pezzi e centrifugare. Aggiustate il sapore con il limone, sale e peperoncino per l’aperitivo, oppure con succo di mandarino per uno spuntino dolce.

Per i bambini
Solitamente, i bambini non amano i sapori forti delle verdure, ma apprezzeranno un succo dolce, dal colore brillante, composto da carote e barbabietole crude. Queste ultime devono in genere essere liberate dalla buccia poiché un po’ amara.

Per stomaci delicati
Mezzo cavolo cappuccio, una piccola patata sbucciata, mezzo sedano rapa, qualche carota, un ciuffetto di prezzemolo: ecco l’aperitivo ideale per chi soffre di gastrite. Se il sapore sembra poco marcato, al posto di sale e pepe aggiungete qualche seme di finocchio schiacciato.

Cocktail di verdure

Di gusto ottimo, sicuramente gradito a tutti, è la seguente miscela: ½ kg di carote e di barbabietole, un sedano rapa, un piccolo ramolaccio, una piccola patata; a piacere un cipollotto e del prezzemolo. Questo succo dalle equilibrate proprietà depurative e rinfrescanti può essere usato con vantaggio anche nelle giornate di semi-digiuno o dieta liquida.

Succo di agrumi

La spremuta preparata in casa ha un gusto (e un valore alimentare) ben diverso rispetto ai prodotti commerciali provenienti da succo concentrato. Il risultato sarà ancora migliore se si usano agrumi ben maturi in quanto più dolci e ricchi di aroma: cercate arance e mandarini biologici. Da scoprire è la spremuta di mandarino, di gusto particolarmente dolce, ricca di bromo, dall’azione sedativa sul sistema nervoso e i cui acidi sono molto ben tollerati. Particolarmente buone sono le spremute miste, di agrumi diversi, magari con l’aggiunta di mezzo limone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here