Questo l'ho fatto io...
Sorsi di frutta al naturale


Pronti per una pausa dissetante? Sarà anche sana e genuina se avrete preparato da voi questi succhi di frutta di stagione, naturalmente dolci senza necessità di aggiungere zucchero

Se date un’occhiata agli scaffali dei supermercati nella sezione bevande scoprirete presto che per produrre la maggior parte dei succhi in commercio si parte da una purea di frutta concentrata e poi diluita. Solo i frullati partono dalla frutta frullata poi sottoposta a sterilizzazione, per aumentarne la conservabilità. Per legge può essere definito succo di frutta solo quello costituito esclusivamente da frutta con un’eventuale aggiunta di zucchero. Si parla di spremute per gli agrumi e, anche in questo caso, può essere addizionato o meno zucchero. Per quanto riguarda, invece, i nettari, la percentuale di frutta presente può scendere fino al 50%: il resto è costituito da una miscela di zucchero e acqua, con eventuale presenza di additivi. Ancora più scadenti come ingredienti sono le bevande a base di frutta, nelle quali questa può essere presente anche in percentuale inferiore al 20%.

Come confezionarli, quanto durano

Vi proponiamo dunque di partire dalla frutta, come ingrediente principale. Che sia di stagione e ben matura, quindi naturalmente dolce. Facendo in casa i vostri succhi, inoltre, eviterete di produrre rifiuti in tetrapak o in vetro. Infatti, i contenitori in vetro che sceglierete possono essere utilizzati nuovamente, dopo essere stati ben lavati, avendo l’accortezza di cambiare capsule e coperchi. Per imbottigliare i succhi vi suggeriamo di usare le bottigliette di vetro piccole da 200 ml se desiderate portarli con voi o per avere a disposizione delle monodosi. Per un consumo familiare potete invece optare per bottiglie grandi da 700 ml, conservandole chiuse in frigorifero. Data la presenza di sola frutta questi succhi hanno un tempo di conservazione limitato: una volta preparati riponeteli subito in frigorifero e consumateli nell’arco di due giorni. Se invece li sterilizzate in bottiglie di vetro e con tappi nuovi, seguendo la normale procedura di sterilizzazione, potete conservarli a temperatura ambiente fino a due mesi, al riparo da luce e calore. In ogni caso, ricordate di agitare le bottiglie prima dell’uso, dal momento che la parte densa tende a depositarsi sul fondo.

4 succhi fatti in casa

Succo d’uva

Ingredienti per 1,5 l circa: 1 kg di uva nera, 300 ml di acqua, 1 limone
1 Schiacciate gli acini d’uva manualmente o con uno schiacciapatate, quindi trasferite il composto in una pentola capiente.
2 Coprite con l’acqua e portate a bollore, proseguendo a fuoco lento per circa 20 minuti, fino a che le bucce non risultano molto morbide; se necessario aggiungete altra acqua. Passate tutto attraverso un colino a maglie fitte o un passaverdura, in modo da eliminare bucce e semi.
3 Imbottigliate il succo e sterilizzate o, una volta tiepido, trasferitelo in frigorifero. Per la sua naturale dolcezza il succo d’uva è perfetto da bere anche diluito con acqua fresca. Oppure è un ottimo dolcificante per macedonie, frullati, dolci da forno.

Succo di mela e banana

Ingredienti per 1,5 l circa: 3 mele, 1 banana, 1 l d’acqua, 1 limone
1 Sbucciate le mele e la banana e tagliatele a pezzetti.
2 Mettete la frutta in una ciotola e bagnatela con il succo di mezzo limone. Trasferite in una pentola, coprite con l’acqua e fate cuocere per 10 minuti, quindi aggiungete il succo dell’altro mezzo limone.
3 Frullate il tutto con il mixer a immersione fino a ottenere una purea omogenea o passate al passaverdura o al colino, se gradite una consistenza più fine.
4 Trasferite in bottiglie pulite e sterilizzatele con la procedura classica, oppure conservatele in frigorifero e consumatele entro pochi giorni.

Succo di pesca e albicocca

Ingredienti per 1 l circa: 500 g di pesche, 500 g di albicocche, 300 ml d’acqua, 1 limone
1 Lavate e private del nocciolo pesche e albicocche.
2 Ponetele in una pentola con l’acqua e portate a bollore. Fate cuocere a fuoco basso per 10 minuti.
3 Spegnete, aggiungete il succo del limone, quindi passate il tutto al passaverdura, per eliminare le bucce. Se sbucciate pesche e albicocche prima di cuocerle, potete poi frullarle con il mixer a immersione.
4 Travasate con un imbuto il succo in una bottiglia o in bottigliette. Sterilizzatele nel classico modo se volete conservarle a lungo oppure mettetele in frigorifero e consumatele rapidamente.

Succo di pera

Ingredienti per 1,5 circa: 1 kg di pere, 1 l d’acqua, 2 limoni
1 Sbucciate le pere, privatele del torsolo e tagliatele a pezzetti.
2 Portate a ebollizione l’acqua in una pentola capiente e, solo quando bolle, tuffatevi la frutta.
3 Lasciate cuocere a fuoco lento per 15 minuti, fino a che le pere non siano ben disfatte, quindi spegnete e aggiungete il succo dei limoni.
4 Frullate il tutto con il mixer a immersione in modo da ottenere un succo denso e omogeneo, che travaserete con un imbuto nelle bottiglie pulite. Tappatele e, una volta fredde, trasferitele in frigorifero oppure sterilizzatele se gradite conservarle più a lungo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here