Sorriso alle erbe


Avere la bocca pulita e fresca sin dal mattino è importante per affrontare la giornata. Ecco le piante che aiutano a mantenere denti e bocca freschi, puliti e soprattutto sani

Tradizionalmente sono due le erbe benefiche per la bocca: salvia e menta. Fresche o secche, da sfregare sui denti, da masticare o da adoperare in infuso o in tintura per sciacqui, sono disinfettanti, rinfrescanti, lenitive, utili in tutti i problemi del cavo orale. Ma oltre a queste, esiste una serie di altri rimedi di ottima efficacia. Vediamo quali.

Problemi di labbra
Per le labbra screpolate a causa di agenti esterni (vento, freddo, raggi ultravioletti, inquinamento) ci sono preziosi stick pomate a base di burro di karitè, di olio di avocado o di mandorle. In mancanza d’altro, va bene anche l’olio d’oliva. Nel caso di aggressioni da virus erpetici, bisogna usare una crema al 2% di propoli e fare delle toccature con olio essenziale di limone (bene alche il puro succo) o di tea-tree.

Igiene orale
Deve essere quotidiana, pulendo accuratamente gli spazi tra i denti con l’apposito filo interdentale, e subito dopo con uno spazzolino di media durezza in tynex e un dentifricio alla propoli o alla salvia. Si può alternare lo spazzolamento dopo i pasti con sciacqui fatti con questo collutorio naturale: malva foglie, bistorta rizoma, tutti in parti uguali, due cucchiai di miscela in un litro di acqua. Fare bollire per dieci minuti e poi colare.

Gengiviti e ascessi
Il decotto di malva ha un effetto decongestionante: 50 g di malva foglie da far bollire in un litro d’acqua per cinque minuti. Lasciare raffreddare, colare e usare sia in sciacqui prolungati sia bevendolo. Il residuo rimasto nel colino si può usare per piccoli impacchi sulla gengiva infiammata.

Alitosi

L’alito cattivo può derivare da cause diverse, che è bene individuare. Ad esempio, da disordini del cavo orale come gengiviti, scarsa igiene dei denti o della lingua, ma anche da affezioni nasali, tonsillari o da insufficienza digestiva. Per ovviare al disturbo, masticare semi di finocchio o semi di cardamomo, o foglie di menta. Oppure una fettina di limone cosparsa di caffè macinato.

Lingua pulita

Spesso l’alito cattivo può derivare dalla superficie dorso-posteriore della lingua: la pulizia di quest’organo è importante per evitare possibili infiammazioni. Si può eseguire facilmente raschiando dalla base sino alla punta col bordo di un cucchiaino. Fare seguire uno sciacquo con mezzo bicchiere d’acqua in cui siano disciolte 10-15 gocce di calendula. In caso di bruciore alla lingua sciogliere lentamente in bocca tavolette di propoli e fare sciacqui con colluttorio alla mirra.

Per sbiancare i denti

Porre uno spicchio di limone a cavallo dei denti strofinando avanti e indietro. Ripetere tutti i giorni per una settimana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here