Si rinnova “Il Girasole” di Legambiente


La più grande struttura italiana di Legambiente per l'educazione alimentare e ambientale offre nel 2011 laboratori del gusto, nuovi percorsi naturali, escursioni e attività didattiche per accogliere scuole e amanti della natura di tutta Italia

Sarà un 2011 ricco di novità per "Il Girasole", il Centro nazionale per lo sviluppo sostenibile di Legambiente, la più grande struttura italiana per l'educazione ambientale e alimentare dell'associazione del Cigno. Immerso nella natura alle porte del Parco della Maremma e a due passi da Grosseto, il Centro lavora tutto l'anno ospitando anche l'ufficio nazionale per le energie rinnovabili.

Prodotti biologici, naturali e a filiera corta, oltre a soggiorni all'insegna del turismo ecosostenibile: questa è la proposta di Legambiente. Dopo la grande affluenza di visitatori registrata lo scorso anno e la vasta partecipazione di scuole provenienti da tutta Italia, la struttura si prepara per la nuova stagione con nuove escursioni, pacchetti didattici e laboratori sull'educazione ambientale.

L'alimentazione sana e naturale è sicuramente uno dei suoi punti forza del Centro. All'interno del ristorante specializzato vengono utilizzati prodotti biologici e naturali, con produzioni di eccellenza a filiera corta con varie degustazioni, laboratori del gusto e corsi di educazione alimentare per grandi e piccoli. Ad arricchire la proposta enogastronomica anche visite guidate nelle aziende biologiche della zona, con degustazioni e informazioni sulla filiera dei prodotti. Importantissima anche la promozione dell’agricoltura di qualità attraverso eventi, iniziative e progetti specifici in collaborazione con le associazioni, gli enti e gli organismi del settore per diffondere la cultura della qualità, della stagionalità e del biologico.

Sede del Centro Nazionale per la promozione delle Fonti Energetiche Rinnovabili di Legambiente, il Girasole ospita anche uno sportello informativo per cittadini, imprese ed enti che vogliono saperne di più sulle opportunità concrete di sviluppo e utilizzo delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico.
“Il Centro – spiega Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – rappresenta il fiore all'occhiello dell'associazione del cigno per quanto riguarda l'educazione ambientale. I giovani che vengono a trovarci, infatti, possono toccare con mano le buone pratiche in campo ambientale e passare dalla teoria alla pratica, tuffandosi a trecentosessanta gradi in un nuovo mondo rispettoso dell'ambiente. Dalla coibentazione della struttura per non disperdere il calore ai riduttori di flusso per diminuire il consumo di acqua, dalle pale eoliche per sfruttare l'energia del vento alle lampade a risparmio, dal ristorante con prodotti naturali ai pannelli solari passando poi per i laboratori e percorsi natura per conoscere meglio ciò che ci circonda; un modo intelligente, insomma, per far divenire l'ecologia una pratica costante di vita”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here