Ricottelle allo zafferano - Ultima modifica: 2016-11-17T16:43:41+00:00 da Redazione
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Per poter creare il tuo menu devi effettuare l'accesso.
Aggiungi al menu
Per poter creare la tua lista della spesa devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alla lista della spesa
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa
Difficoltà: Facile
30 minuti di preparazione
15 minuti di cottura
Impatto glicemicoalto
350 chilocalorie

Ingredienti

Per
persone
Unità di misura

Istruzioni

  1. Mettete a bagno per 20 minuti in acqua tiepida l’uvetta per farla rinvenire. Nel frattempo grattugiate la scorza di 2 arance e di un limone e riducete in striscioline sottili la scorza privata dalla parte bianca dei restanti agrumi.
  2. Riunite in una ciotola la ricotta e lo zucchero e lavorateli fino a ottenere una consistenza cremosa, incorporate le uova e poi la farina di riso setacciata (avendo l’accortezza di versarla a pioggia),sempre mescolando unite le scorze grattugiate, un pizzico di zafferano, un pizzico di sale e per ultima l’uvetta scolata e asciugata. Il composto deve risultare abbastanza morbido ma non molle;se serve compensate con poca farina di riso per rassodarlo o con poco latte o succo d’arancia per ammorbidirlo.
  3. Prelevate con un cucchiaio un po’ di composto e aiutandovi con un secondo cucchiaio modellatelo a forma di uovo (il risultato si ottiene facilmente passando più volte l’impasto da un cucchiaio all’altro), ottenendo così circa una dozzina di ricottelle.
  4. Versate mezzo litro d’olio in una padella dai bordi alti, portate ad alta temperatura facendo attenzione che l’olio non fumi e calate le ricottelle direttamente dal cucchiaio una per volta. Friggetele per un paio di minuti, voltandole per almeno una volta. Scolatele adagiandole su carta assorbente.
  5. Servite le ricottelle nei piattini cosparse con poco zucchero a velo, decoratele con le striscioline di agrumi e accompagnatele con un po’ di marmellata di arance.

Note

Matrimonio d’amore con il Nasco di Cagliari, raffinato passito dal luminoso colore dorato e un intensissimo, preciso sapore di albicocche e mandorle.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome