Gnocchi alla romana

Morbidi, delicati, nutrienti gli gnocchi alla romana sono un classico della cucina italiana. L’abbinamento di semolino, latte e parmigiano ne fa un piatto unico e riscaldante, ricco di calcio, particolarmente indicato per un pranzo festivo e molto gradito ai bambini. Insieme alla ricetta tradizionale vi proponiamo tre gustose variazioni, studiate per soddisfare chi ha esigenze nutrizionali diverse.

Porzioni Tempo di preparazione Tempo di cottura
4 persone 15 minuti 30 minuti
Ingredienti
Istruzioni
  1. Scaldate il latte senza farlo bollire, unite 30 g di burro, un pizzico di sale e uno di noce moscata. Versate a pioggia il semolino e proseguite la cottura, facendo sobbollire a fiamma bassa e mescolando sempre, finché il composto non si staccherà dal fondo. Badate che non si formino grumi e che il semolino non si attacchi. Levate dal fuoco, aggiungeteeventualmente i tuorli battuti con un goccio di latte e il gruviera. Mescolate bene.
  2. Versate il semolino su uno o più vassoi bagnati con acqua fredda, formando uno strato di circa 1,5 cm; lisciatene la superficie con una paletta di legno bagnata.Lasciate raffreddare in modo che il semolino diventi compatto.
  3. Ricavate a questo punto dei dischi con l’aiuto di un bicchiere o di una tazzina del diametro di 4-5 cm e disponeteli leggermente sovrapposti l’uno sull’altro in una pirofila ben imburrata. Utilizzate, impastandoli, anche i ritagli.
  4. Cospargete gli gnocchi con il parmigiano, qualche fiocchetto di burro e infornateli a 220 °C per circa 15 minuti, finché in superficie si sarà formata una crosticina dorata. Serviteli ben caldi, con eventuale altro parmigiano da aggiungere a piacere.