La raffinata preparazione in gelatina viene eseguita a regola d’arte e in versione vegan

Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Per poter creare il tuo menu devi effettuare l'accesso.
Aggiungi al menu
Per poter creare la tua lista della spesa devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alla lista della spesa
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa
Difficoltà: Media
30 minuti di preparazione
25 minuti di cottura
Impatto glicemicobasso
300 chilocalorie

Ingredienti

Per
persone
Unità di misura

Istruzioni

  1. Riducete i gambi della bieta, i fagiolini e le punte di asparago in piccoli pezzi, anche irregolari, tenendo ogni ortaggio separato dall'altro. Tagliate a pezzetti anche le ciliege, o le amarene, e le nespone
  2. Scottate per 5 minuti i tocchetti di bieta in acqua salata, scolatele con una schiumarola ancora croccanti e tuffatele in una ciotola con acqua e ghiaccio. Quando saranno raffreddate, scolatele con cura. Utilizzate la stessa acqua bollente e la stessa procedura per fagiolini, piselli, fave e asparagi, rinnovando il ghiaccio nella ciotola quando si scioglie
  3. Fate bollire mezzo litro d'acqua insieme all'agar agar, alle foglie di coriandolo, a poco sale e pepe. Dopo qualche minuto filtrate il brodo ottenuto attraverso un colino e lasciatelo appena intiepidire
  4. Saltate in una padella oliata bieta, fave, piselli, fagiolini e asparagi per 2 minuti, quindi insaporite con una macinata di epe nero, di pepe verde e di quello bianco. Mescolate gli ortaggi a ciliege e nespole, poi distribuite il composto in bicchieri a ciotoline e ricopritelo col bordo che dovrà formare un velo di gelatina abbastanza sottile. Sistemate gli aspic in frigorifero per qualche ora
  5. Preparate la maionese. Nel bicchiere del frullatore a immersione riunite il latte di soia, una presa di sale, il rafano grattugiato o il wasabi e cominciate a frullare incorporando gradualmente l'olio di arachidi o di riso. Quindi servitela in coppette insieme agli aspic.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome