Come tutti gli ortaggi appartenenti alla famiglia dei cavoli, quelli neri contengono sostanze utili per la salute e, in più, si distinguono per un gusto delicato, tutto da scoprire. Un ortaggio così ricco di qualità non può essere relegato solo ai confini della cucina toscana dove è più usato...

5 ricette con il cavolo nero: Fettuccine di cavolo nero con salsa alle cipolle - Sformatini di cavolo nero e fagioli in foglia di verza - Torta salata di cavolo nero e scarola al gorgonzola - Lasagnette di farro con ricotta e cavolo nero - Zuppa rustica di pane e cavolo nero

Non ci sono scuse, neanche d’inverno, per sfuggire alla raccomandazione di mangiare più verdure. Anche nella stagione fredda, ci sono specie vegetali che maturano, fioriscono e  forniscono elementi utili per la prevenzione delle malattie tipiche di questo periodo dell’anno. Tra queste, i cavoli, sopportano bene il freddo e garantiscono, quindi, il consumo di ortaggi freschi nel periodo invernale: per secoli, hanno garantito la fonte più disponibile di vitamina C per le popolazioni padane e prealpine che non disponevano di agrumi.
Il cavolo nero, chiamato anche cavolo toscano o cavolo a penna per la forma caratteristica, appartiene, come tutte le varietà di cavolfiore, alla famiglia delle Crocifere: ha lunghe foglie rugose e arricciate di un colore verde molto scuro, simili agli spinaci, e con un gambo allungato; a differenza degli altri cavoli, quindi, non forma la tipica testa di foglie o fiori e viene utilizzato soprattutto per zuppe o minestre.

Antiulcera e…

Il cavolo nero è particolarmente adatto per chi soffre di problemi digestivi: ulcere, dispepsia, reflusso gastrico, lentezza digestiva, acidità di stomaco, grazie alla presenza di calcio e di particolari sostanze chiamate indoli che, insieme alle numerose vitamine presenti, aiutano le mucose dello stomaco a rigenerarsi e regolano l’acidità dei succhi gastrici, favorendo così una buona digestione.

Buono a sapersi

•    Il cavolo nero va scelto con foglie fresche, di colore brillante e possibilmente piccole che non devono mostrare macchie.

•    Il cavolo nero va conservato in frigorifero, senza lavarlo, avvolto in un foglio di carta assorbente umido. In questo modo lo si conserva per più giorni, comunque,  se consumato fresco, è più saporito e meno amaro. Al momento della preparazione, conviene sfilare dalla foglia la nervatura centrale, molto dura.

Ecco alcune ricette rigorosamente ricche di gusto!

Fettuccine di cavolo nero con salsa alle cipolle
Difficoltà: Media
Preparazione: 40 minuti
Cottura: 35 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Sformati di cavolo nero e fagioli in foglia di verza
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano


Lasagnette di farro con ricotta e cavolo nero
Difficoltà: Media
Preparazione: 40 minuti
Cottura: 55 minuti
Ricetta di Paolo Pancotti

Zuppa rustica di pane e cavolo nero
Difficoltà: Media
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here