Il sole dell’estate rende succosi e profumatissimi i pomodori, ideali da gustare da soli o in piatti dall’ineguagliabile sapore mediterraneo. Buoni e ricchi di principi salutari, sono i protagonisti delle ricette che vi proponiamo, un mix di aromi intensi che richiamano tutto il calore del sole

5 ricette con i pomodori: Dadolata di tofu ai 4 pepi con pomodorini e capperi - Millefoglie di carasau e pomodori con crema di pinoli - Pomodori farciti alla provenzale - Spiedini vegetariani con dadolata di pomodorini - Zuppa di pomodoro al rosmarino

Arrivato dall’America verso la metà del Cinquecento, per lungo tempo il pomodoro fu ritenuto velenoso e confinato nei giardini come pianta ornamentale. Ci vollero circa due secoli per sfatare la leggenda e perché questo ortaggio così bello, buono e ricco di vitamine divenisse uno degli elementi fondamentali della cucina mediterranea, presente in tali e tante preparazioni che ci si chiede cosa si sia potuto mettere in tavola per i millenni antecedenti la sua comparsa. Pensate solo alla pizza, al gazpacho, all’insalata di pomodori, feta e cipolla greca, alla moussaka turca, alla ratatouille francese… tutti piatti che, in un modo o nell’altro, utilizzano quest’ortaggio che si sposa benissimo con l’aglio, la cipolla, il basilico, l’origano e il timo, ma anche con i formaggi, le acciughe, le melanzane, i cetrioli, i peperoni, le uova e chi più ne ha più ne metta.
In Italia il pomodoro è stato utilizzato in un’infinità di modi per accompagnare la pasta. Noi qui li abbiamo tralasciati, per proporvi solo ricette in cui il pomodoro è decisamente protagonista.

Buono a sapersi

•    La stagione dei pomodori comincia a maggio, tocca il suo picco ad agosto-settembre e termina ad ottobre. Quelli che trovate tutto il resto dell’anno sono coltivati in serra e quindi meno saporiti e molto spesso, purtroppo, meno sani. Tra le qualità, a parte quella gialla, rara, ricordiamo il pomodoro comune rotondo, quello a ciliegia, il cuore di bue, il perino e il San Marzano. Quest’ultimo, molto pregiato, è quello utilizzato solo per la conservazione (pelati, salse, conserve).
•    L’interno dei pomodori che vengono svuotati per essere farciti, quando la ricetta non ne prevede il riutilizzo, può essere frullato insieme a un pizzico di sale e una manciata di foglioline di basilico, messo sul fuoco finché non addensa e aggiunto poi alla salsa degli spaghetti, ai fagiolini saltati in padella, alla zuppa di fagioli, a quello che la vostra creatività vi suggerisce. E sarà tutto più profumato e saporito.
•    Il pomodoro, più viene cotto, meno è digeribile. Ricordatelo quando preparate la salsa per gli spaghetti!
•    Per pelare i pomodori, è sufficiente immergerli per non più di uno o due minuti in acqua bollente.
•    Lo zucchero toglie acidità al pomodoro cotto. Aggiungetene quindi una punta di cucchiaino alle salse e mettetene un pizzico all’interno di quelli che dovete passare in forno dopo averli riempiti.

Vi proponiamo cinque fantasiosi e semplici piatti.

Dadolata di tofu ai 4 pepi con pomodorini e capperi
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Dario Carzan

Millefoglie di carasau e pomodori con crema di pinoli
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 10 minuti
Ricetta di Chiara Bellasio

Pomodori farciti alla provenzale
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 10 minuti
Ricetta di Beatrice Rizzi

Spiedini vegetariani con dadolata di pomodorini
Difficoltà: Facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 10 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Zuppa di pomodoro al rosmarino
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 25 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here