Più pascolo, uguale latte più nutriente


Latte e latticini biologici hanno qualità nutrizionali superiori a quelli convenzionali. Sono diverse le ricerche che l’hanno mostrato. Ma non si sapeva con certezza perché. Ora uno studio ha chiarito che dipende da quanto gli animali possono alimentarsi andando al pascolo

Studi recenti che hanno messo a confronto il profilo nutrizionale del latte biologico e di quello convenzionale hanno mostrato – si legge in un articolo di Organic:Center.com - che latte e latticini biologici contengono il 50% in più di benefici acidi grassi omega-3 e il 40% in più di acido linoleico coniugato (CLA), protettivo per il cuore, rispetto agli stessi prodotti convenzionali. Il latte biologico presenta anche un incremento di benefici sali minerali e antiossidanti, come una più alta concentrazione di ferro, vitamina E, selenio, e carotenoidi. Sebbene i ricercatori abbiano da tempo ipotizzato che queste differenze dipendessero da una maggiore incidenza del pascolo nella dieta delle mucche allevate in biologico, ciò finora non era mai stato dimostrato. Un nuovo studio ha cercato di scoprire quali meccanismi determinano queste differenze nel contenuto nutrizionale del latte biologico e in quello convenzionale. L’ha fatto mettendo a confronto il latte di due diversi gruppi di mucche, uno allevato in biologico, l’altro in convenzionale, ma con lo stesso tipo di alimentazione in particolare con la stessa incidenza del pascolo nella dieta quotidiana. Hanno così scoperto che quando le mucche convenzionali avevano accesso al pascolo, il contenuto nutrizionale del loro latte si alzava fino a raggiungere il livello di quello biologico. Questo studio, dunque, evidenzia come determinate pratiche previste dall’agricoltura biologica, come provvedere un tempo adeguato al pascolo per gli animali si può tradurre direttamente in effetti positivi per i consumatori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here