Carciofi, che delizia!


Ottimi da soli, deliziosi in compagnia, i carciofi si prestano a tantissime preparazioni diverse, tutte stuzzicanti, ricche di profumo e fantasia 5 ricette con i carciofi: Ciambella di carciofi e coste in salsa verde alla fontina – Fusilli senatore cappelli con carciofi e crumble al limone – Piccoli flan di carciofi e cicoria con fiocchi di latte – Tortino napoletano con carciofi e uova – Vellutata di carciofi con stracciatella, alici e carciofi croccanti

Presenti in quasi tutta l’Europa meridionale e in America, in Italia i carciofi sono sostanzialmente di due qualità: quelli con le spine e quelli senza. I primi, per lo più liguri, sardi e siciliani, sono di forma allungata e molto teneri, i secondi, si coltivano principalmente nel Lazio e nelle Puglie sono rotondeggianti, o tondi del tutto, con sfumature violacee e richiedono sempre la cottura.
Crudi o cotti, stufati in padella, fritti, al forno o anche lessati, i carciofi sono, in ogni caso, una verdura buona e anche molto sana, che si sposa benissimo con l’aglio, il prezzemolo, la menta, l’erba che ne esalta meglio il sapore delicato, le acciughe, il formaggio, i capperi, le olive, ma anche con il pesce e la carne. Perfetti con l’olio extravergine, accettano di buon grado anche la cottura nel burro. Un intingolo di carciofi crea un ottimo piatto di pasta e un saporito risotto.

Buono a sapersi

I gambi dei carciofi, liberati dalla parte legnosa e filamentosa esterna, si possono utilizzare in più modi: si mangiano crudi al naturale o con olio, sale e limone, oppure lessati e conditi nello stesso modo o frullati con menta o prezzemolo per farne delle salse. Tagliati crudi a rondelle e soffritti, sono un’ottima base per un risotto.

Per cuocere i carciofi, molti esperti di cucina consigliano di aggiungere all’olio 2-3 bicchieri d’acqua. In realtà basta non sgrondarli né asciugarli quando si tolgono dall’acqua acidulata e cuocerli a fuoco bassissimo e a pentola coperta, girandoli molto spesso: saranno più sani, più croccanti e più saporiti. Se poi si asciugano davvero troppo, rischiando di bruciarsi, aggiungete dell’acqua ma pochissima alla volta.
Provate le nostre proposte, sarà una gioia dei sensi!





Carciofi, che delizia! - Ultima modifica: 2017-02-11T00:19:57+00:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome