Home Melagrana

Melagrana

Melagrana

La melagrana, frutto di un arbusto molto longevo, è una bacca globosa con epicarpo (scorza) di colore giallo-rosso-bruno, che racchiude 8 scomparti membranosi con tantissimi semi succosi e aciduli.

Acquisto

Frutti grossi e pesanti sono preferibili perché saranno sicuramente più ricchi di semi. Attenzione a scegliere quelli con riflessi marroni accesi e privi di macchie e a evitare invece quelli con la scorza raggrinzita, scolorita o opaca. Il frutto si mantiene in frigorifero per tre settimane e a temperatura ambiente solo per qualche giorno, ma è possibile anche conservare i soli grani congelandoli.

Proprietà

La melagrana è ricca di minerali, vitamine, acidi organici e zuccheri e ha un effetto depurativo e regolatore sul nostro organismo. I semi, ricchi di liquidi, sono dissetanti e diuretici e la ricchezza di acidi organici li rende alleati della digestione, oltre a compensare la tendenza delle proteine a produrre composti ammoniacali di natura basica a livello intestinale.

Curiosità

La pianta del melograno è originaria di una zona che si estende dal Punjab, in India, fino ai territori a sud del Caucaso. Il suo frutto è sempre stato legato a cerimonie religiose, come presso i Greci, i Romani e i Fenici, che lo utilizzavano a scopo rituale. La mitologia greca lo associava al mito di Agdeste, che essendo stato mutilato degli organi genitali, con il sangue versato avrebbe dato origine al frutto granato. I latini lo chiamavano malum punicum, cioè mela fenicia, perché pensavano che provenisse dall’area siro-fenicia dove il mito racconta di una certa Side (uno dei nomi della melagrana nell’antica Grecia), considerata l’eroina fondatrice della città Sidone.

Tutte le ricette con Melagrana

Zucca ripiena con feta e porri alla melagrana

Ricetta vegetarianaSenza glutine Difficoltà: facile 30 minuti 60 minuti
css.php