Accertati i rischi per le api derivanti dall’uso di tre pesticidi neonicotinoidi


Questa la conclusione dell’indagine sollecitata dalla Commissione europea. Da più parti viene la richiesta di prorogare il divieto di usare le sostanze incriminate (in Italia scade a fine gennaio) e di valutare l’opportunità di vietarle definitivamente

“Gli scienziati dell'EFSA hanno individuato una serie di rischi per le api rappresentati da tre insetticidi neonicotinoidi” così esordisce un comunicato stampa dell’Efsa (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare).
Si tratta della risposta alla richiesta venuta dalla Commissione Europea, “di valutare i rischi connessi all’impiego di clothianidina, imidacloprid e tiamethoxam nel trattamento delle sementi o sotto forma di granuli, con particolare riguardo agli effetti acuti e cronici sulla sopravvivenza e sullo sviluppo delle colonie di api, agli effetti sulle larve e sul comportamento delle api e ai rischi associati a dosi sub-letali delle tre sostanze”. La messa in evidenza dell’esistenza di rischi connessi all’uso di queste sostanze c’è stata nonostante “In alcuni casi, a causa di carenze nei dati disponibili, l'EFSA è stata impossibilitata a portare a termine le valutazioni”.
L’eurodeputato britannico Chris Davies attraverso un'interpellanza all’Environment, Public Health and Food Safety (Envi) ha chiesto  se “Alla luce delle più recenti ricerche scientifiche la Commissione non ritenga opportuno vietare i neonicotinoidi come misura precauzionale per tutelare la popolazione delle api”. Un’iniziativa in questa direzione dovrebbe essere presa da alcuni deputati europei nei prossimi giorni.
Secondo l’Aiab (Associazione italiana per l’agricoltura biologica) “L’assessment fatto da EFSA aggiunge un’ulteriore evidenza scientifica alla nocività per le api dell’uso dei neonicotinoidi in agricoltura. Una denuncia che il mondo dell’agricoltura biologica porta avanti da tempo e di cui recentemente si è fatta portavoce nel corso del processo di consultazione sul Piano d’Azione Nazionale (PAN) per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari”. Per questo l'Aiab chiede rinviare la scadenza del divieto all'uso di queste sostanze previsto per la fine di gennaio.

Advertisement

Accertati i rischi per le api derivanti dall’uso di tre pesticidi neonicotinoidi - Ultima modifica: 2013-01-21T00:00:00+01:00 da Redazione
Accertati i rischi per le api derivanti dall’uso di tre pesticidi neonicotinoidi - Ultima modifica: 2013-01-21T00:00:00+01:00 da Redazione

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome