Dolci senza glutine

5 | 1 voto/i

Chi dice che senza la farina bianca 00 non è possibile ottenere dei buoni dolci? L’autore ha sperimentato preparazioni di base, creme, torte, budini, crostatine e pasticcini per proporre un ricettario di dolci completamente privo di glutine

Autore: Giuseppe Capano
Editore: Tecniche Nuove
Pagine: 128
Formato: 14,3 x 21
Prezzo in promozione (cartaceo): 8,42
Prezzo in promozione (digitale - pdf): 6,80
Acquista

Chi dice che senza la farina bianca 00 non è possibile ottenere dei buoni dolci? L’autore ha sperimentato preparazioni di base, creme, torte, budini, crostatine e pasticcini per proporre un ricettario di dolci completamente privo di glutine. La sua scelta è stata di partire da materie prime naturalmente senza glutine, in primo luogo le farine di cereali non glutinosi, per fornire a tutti coloro che sono intolleranti al glutine o al frumento una vasta scelta di dolci: dai biscotti per la prima colazione ai budini, dalle torte ai gelati, ai dolcetti per la merenda. La stesura del libro è stata preceduta da lunghe sperimentazioni per trovare le combinazioni di ingredienti che conferiscono alla ricetta la giusta consistenza: che siano paste frolle o sablé, crema pasticcera o impasto per muffin. Come afferma l’autore nelle prime righe del libro, “non c’è alcun dolce che non si possa fare senza glutine.” Con oltre cento ricette.

 

L’autore

Giuseppe Capano

Giuseppe Capano

Si occupa di cucina, salute, cibo e alimentazione dal 1980. Ha lavorato per numerosi anni in diversi ristoranti specializzandosi in tutti i settori che compongono l’universo della cucina professionale, un percorso classico di formazione che si è poi evoluto. Negli anni, infatti, ha sviluppato e creato una sua personale e specifica linea di cucina caratterizzata dall’uso intensivo e ampio di verdure, legumi, cereali e frutta, ricercando soluzioni culinarie nell’abbinamento tra il mondo vegetale e quello di mare, un connubio dalle alte potenzialità poco studiato e valorizzato. Alla base di questo sviluppo e di questa ricerca c’è il recupero e la valorizzazione della tradizione regionale e mediterranea, italiana e di tutto il sud Europa. In parallelo a questa ricerca ha avuto la fortuna di collaborare con alcuni medici che si occupano delle implicazioni cliniche tra alimentazione e salute. Sollecitato da questa esperienza di confronto ha così sviluppato una specifica cucina di salute, attenta alla forte componente preventiva intrinseca a molti alimenti, al corretto uso delle tecniche di lavorazione e dei moderni strumenti di cottura, al benessere di chi cucina, di chi gusta e si alimenta in modo preventivo. In poche parole una cucina moderna legata a 360 gradi al concetto di wellness globale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome