Guarda dentro il frigo (da lontano!)


“Tua sorella, ogni volta che viene a trovarmi, perlustra il frigorifero alla ricerca dei prodotti scaduti…” mi diceva mia madre lo scorso weekend, mentre io, in effetti, stavo facendo esattamente la stessa cosa. Ecco, stamattina mi è venuta in mente proprio Laura (la mia sorella fotografa e blogger), durante la conferenza stampa in cui la Samsung presentava FamilyHub, il frigorifero collegato a internet. Se mia madre avesse questo frigorifero, pensavo, il problema non si porrebbe più. O, al contrario, Laura potrebbe controllare (e rimproverare la mamma) tutte le volte che vuole, anche a distanza.

UN FRIGORIFERO COLLEGATO A INTERNET

Lo schermo occupa buona parte della superficie della porta

Raramente vado alle conferenze stampa che riguardano gli elettrodomestici, per cronica mancanza di tempo. In questo caso c’erano diverse condizioni favorevoli. Posto veloce da raggiungere (la sede della Samsung in Porta Nuova, siamo a Milano), presenza della professoressa di sociologia Carla Facchini (che ha detto cose interessanti sull’evoluzione dei consumi, in particolare riferita alle donne), il fatto di non essere in chiusura (abbiamo mandato in stampa giusto ieri il numero di luglio/agosto) ma soprattutto la curiosità per questo nuovo frigorifero che nel comunicato aveva l’aria di essere davvero un elettrodomestico innovativo.

ROBA DA "PRONIPOTI"!

In effetti, per chi è vecchio almeno come me e li ricorda, questo frigo non avrebbe sfigurato nella cucina dei Pronipoti (The Jetsons, nell’originale americano), i personaggi del futuro dei cartoni animati di Hanna e Barbera degli anni Sessanta.

È in vendita nei due modelli (quello “normale” e quello doppio: scusate la mia mancanza di linguaggio tecnico, per quello vi rimando ai siti specializzati come AE) e buona parte della superficie dello sportello superiore è coperta da un display touch screen. Il monitor è collegato a internet e può fare da schermo del televisore (grazie a una funzione chiamata TV mirroring, possedendo una smart TV). Permette di scaricare musica da sentire attraverso gli altoparlanti e anche svolgere funzioni più “da porta di frigorifero” come memorizzare e rendere visibili messaggi, note, appunti e promemoria, o memorizzare e condividere gli impegni dei membri della famiglia. E' caricato un servizio grazie al quale si possono fare acquisti con Supermercato24, sito di spesa a domicilio che permette di scegliere il supermercato preferito tra quelli intorno a casa, e ricevere la merce in giornata (altre info in fondo).

CONTROLLO A DISTANZA

Ma, vi starete chiedendo, OK, però come farebbe Laura a controllare a distanza il frigorifero della mamma? Subito spiegato. All’interno della porta sono collocate 3 micro telecamere che fotografano, ogni volta che si apre, la situazione su tutti gli scaffali. Questa immagine può essere ricevuta su uno smartphone ed essere valutata a distanza da chi sta, per esempio, pensando a che cosa cucinare la sera, oppure è al supermercato e non ricorda se c’erano ancora zucchine, o, appunto, chi vuole verificare che gli anziani genitori abbiano una quantità adeguata di cibo fresco in casa.

E IL COSTO?

Il costo? Facile immaginare che non siano prodotti low cost. Ma mi diceva l'ingegner Antonio Bosio (Product & Solutions Director della Samsung) che stanno organizzando accordi con le catene di vendita per rendere fruibile al maggior numero di persone un apparecchio, in effetti, molto ricco di tecnologia.

PS Funziona bene, per il resto, come frigo e congelatore? Immagino di sì, mi sembrava scontato, lo considero un pre-requisito, no?

  • Fondata a settembre 2014, Supermercato24 mette in contatto chi desidera ricevere la spesa con persone, i personal shopper, che fanno fisicamente la spesa al loro posto. Attraverso il sito, i clienti possono scegliere il supermercato di fiducia e i prodotti da acquistare (compresi quelli in offerta sulla piattaforma) facendosi poi consegnare il tutto all’indirizzo desiderato, anche entro un’ora, con un costo di consegna a partire da 4.90 euro. Il servizio oggi è attivo in 16 provincie in Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna e Lazio e ha 30 mila clienti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here