Fresco in bocca


I segreti per un alito piacevole: primo escludere infiammazioni, secondo mangiare leggero. Ecco alcuni consigli e ricette naturali antipesantezza.

Bocca impastata, alito pesante. Non sempre caramelle e dentifricio bastano per debellare queste sensazioni fastidiose. Se il problema deriva da infiammazioni di gengive, naso o gola, per affrontare la cura appropriata è consigliabile consultarsi con uno specialista. Quando il disturbo perdura, una volta fatti gli accertamenti del caso e presi gli eventuali provvedimenti necessari, è meglio rivedere il menu. Spesso, infatti, a rendere sgradevole l’alito sono soprattutto alcuni ingredienti consumati in eccesso, mal tollerati, o combinati scorrettamente.

Rimedi naturali antipesantezza

La pulizia della lingua, con l’apposito strumento che si trova in farmacia, o con lo spazzolino da denti, aiuta a diminuire la placca batterica responsabile di indesiderabili fermentazioni. Eseguitela tutte le mattine, al risveglio, insieme a un’accurata pulizia dei denti. Almeno tre minuti sono indispensabili per spazzolare bene i denti, indipendentemente dal dentifricio che usate.
Per sciacquare la bocca, e disinfettarla in modo non aggressivo (senza alterare il livello d’acidità della saliva, che dovrebbe essere sempre leggermente alcalina), provate a fare i gargarismi con un bicchiere d’acqua appena tiepida in cui avete versato 30 gocce di tintura madre di mirra.
Inutile, se non dannoso, masticare mentine e altre caramelle. Mascherano il disturbo senza affrontarlo alla radice, e se contengono zucchero favoriscono il proliferare di batteri che possono danneggiare i denti, provocando carie.

Per combattere la pesantezza

SI
•    Verdura e frutta crude: sono alimenti ricchi di fibre, che esercitano un benefico massaggio sulle gengive e puliscono i denti.
•    Verdure cotte: combattono la stitichezza e aiutano a depurare il fegato. Per quest’ultima proprietà usate soprattutto carciofi, cardi, catalogna e scorzonera.
•    Riso bollito: è un cereale ben tollerato da tutti; fornisce al fegato l’energia necessaria per i processi di depurazione.
•    Olio extra vergine d’oliva crudo: fluidifica la bile, assicura un buon funzionamento del fegato.
•    Zenzero e cannella: alleviano la digestione e decongestionano le vie respiratorie.
•    Cumino: contiene un olio essenziale disinfiammante delle mucose della bocca e profumato.
•    Erbe aromatiche: salvia, rosmarino, santoreggia, menta e basilico hanno un effetto stimolante sulla digestione e i loro oli essenziali mantengono sana la bocca.
•    Infusi digestivi: ottimi quelli a base delle erbe aromatiche elencate sopra, oppure con anice e semi di finocchio, o, ancora, con scorza di limone e salvia e/o alloro.

NO
•    Bevande alcoliche: oltre ad affaticare il fegato, lasciano un caratteristico alone pesante nel fiato. L’alcol, infatti, viene eliminato anche attraverso le vie respiratorie. Un bicchiere di vino a pasto è ammesso.
•    Fritti, intingoli, salumi: rallentano notevolmente la digestione; lo stesso vale per un menu troppo ricco di proteine. Consumate preferibilmente gli ingredienti animali in piccole quantità e separatamente, evitate, per esempio, l’abbinamento carne + latticini.
•    Spezie: pepe, paprika, curry e altre spezie molto piccanti possono affaticare il fegato e infiammare le gengive.

Aglio e cipolla: un tabù?

Per sfruttare le loro proprietà salutari senza strascichi nell’alito abituatevi ad usarli poco alla volta, saggiando la vostra tolleranza. Dopo il consumo masticate qualche seme di cumino, aneto o finocchio.

Tre ricette da provare

•    Pinzimonio di verdura in salsa d’avocado
•    Ananas con sorbetto di kiwi
•    Terrine di carciofi con l’uovo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here