A tavola con Arianna Errigo

Fioretto, istinto e precisione


È la ricetta che lo chef Rubio ha creato per la nostra campionessa di scherma Arianna Errigo, per ricordare quanto sia importante nello sport, e nella vita, una buona alimentazione

Il nutrimento è parte integrante del programma di allenamento di uno sportivo e un ruolo importante in questo senso appartiene alla frutta, sia fresca che secca. Questo è stato il tema principe di un evento organizzato da Nucis Italia, associazione che riunisce le maggiori aziende produttrici di frutta secca, in cui abbiamo incontrato la campionessa di scherma Arianna Errigo. Per lei, lo chef Rubio ha creato una ricetta con caratteristiche nutrizionali che si sposano con le peculiarità del suo sport, studiata per essere perfettamente bilanciata e migliorare la performance sia nel pre che nel post attività, consentendo una veloce fase di recupero. Il piatto, ideato con il supporto della nutrizionista Alessandra Bordoni, docente del Dipartimento di Scienze e Tecnologie alimentari dell’Università di Bologna, si chiama Fioretto: istinto e precisione.

Quali sono le caratteristiche della ricetta studiata per te dallo chef Rubio?

Gli alimenti inseriti sono riso, arachidi, calamari e lime. Sono cibi che mi piacciono tanto e che prima d’ora non avevo mai assaggiato abbinati tra loro. È stata un’esperienza di gusto interessante, ammetto che la ricetta mi appartiene molto ed è particolarmente adatta alla scherma.

Perché adatta alla scherma?

Come spiegava la nutrizionista, si tratta di un piatto che, in una manciata di calorie e grassi, ha un eccellente apporto di proteine, di cui gli sportivi hanno un fabbisogno accresciuto. Se è vero che noi atleti abbiamo un aumentato dispendio energetico, è altrettanto vero che dobbiamo stare comunque attenti a non prendere peso e a non introdurre troppi grassi.

Cibo e sport. Quando hai conosciuto l’importanza di questo connubio?

Ho iniziato a praticare scherma all’età di 6 anni, da bambina e ragazzina ho sempre mangiato tutto ciò che mia mamma mi preparava, senza sollevare alcun dubbio. Negli anni questo sport è diventato la mia vita, mi alleno con grande impegno due volte al giorno: la mattina preparazione atletica e nel pomeriggio tecnica con le gare. Così, a 20 anni, ho iniziato ad avere più consapevolezza sull’importanza della corretta alimentazione per avere maggiori risultati in palestra. Oggi curo nei minimi dettagli il mio apporto nutritivo e durante gli allenamenti sento, di fatto, i benefici di un’alimentazione equilibrata.

Qual è la tua colazione tipo?

Mi piace variare e alternare dolce e salato. In genere, non manca mai un vasetto di yogurt con l’aggiunta di semi di chia e qualche fetta biscottata.

Cosa consumi negli altri pasti principali?

Sicuramente un piatto di verdure crude prima delle portate principali. Il mio pranzo è prevalentemente composto da carboidrati, soprattutto a base di cereali alternativi al frumento. La cena è, invece, ricca di proteine che, qualche volta al mese, provengono da carne quasi esclusivamente bianca. Inoltre, per me è molto importante un giorno alla settimana mangiare solo cibi vegan.

Un piatto per atleti

Fioretto: istinto e precisione, è la ricetta creata dallo chef Rubio con la consulenza della nutrizionista Alessandra Bordoni per la nostra campionessa di scherma: tutte le sostanze nutrienti che servono raccolte in un gusto raffinato e accattivante.

Ingredienti per 4 persone: 200 g di riso basmati, 300 g di calamari, 120 g di arachidi, 30 g di olio extravergine d’oliva, 40 ml di lime, 2 g di sale, 4 g di peperoncino fresco, 6 g di coriandolo.
Cuocete il riso in una vaporiera (se non la possedete lessatelo) e tenetelo in caldo. Tagliate i calamari freschi a forma di tagliatelle, arrostiteli in padella con un po’ di olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale e marinateli qualche minuto con lime e peperoncino. Mettete in un tritatutto la marinatura dei calamari e le arachidi e montate il tutto con il rimanente olio d’oliva. A questo punto, impiattate mettendo il riso alla base, poi le tagliatelle di calamaro e versate la salsa alle arachidi a piacere. Guarnite con il coriandolo.

Foto di Augusto Bizzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here