FederBio: a rischio la riforma del bio


L’ultimo Consiglio dei ministri agricoli UE del 2016, che si è chiuso nei giorni scorsi, non ha raggiunto alcun risultato in merito alla riforma dell’agricoltura biologica. In un comunicato stampa la preoccupazione del presidente di Federbio per questa situazione di stallo

“La mancanza di un accordo tra i ministri all’agricoltura dei paesi UE sta facendo slittare la possibilità di arrivare a una proposta concreta per un nuovo regolamento del bio – spiega Paolo Carnemolla, Presidente di FederBio, come si legge in un comunicato stampa – Si tratta di una situazione grave che penalizza l’unico settore in crescita dell’agroalimentare italiano. I punti di disaccordo tra i ministri paiono numerosi a dimostrazione che la base di partenza proposta dalla Commissione è troppo debole per permettere di raggiungere un accordo in tempi brevi. L’attenzione da parte del settore è molto alta: è paradossale che a fronte di una richiesta sempre più crescente da parte dei consumatori e di conversioni sempre più numerose da parte degli agricoltori non vi sia un supporto aperto e concreto da parte delle Istituzioni. E’ necessario un intervento veloce e pratico per supportare il settore e garantire una sana crescita a tutti gli operatori che hanno scelto il bio anche a favore della tutela ambientale, della biodiversità e della salute”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here