Attacchi di fame nottura? Affrontateli così


Le cause possono essere tante: stress, tensioni in famiglia o sul lavoro… Ci si sveglia in piena notte e, magari, per placare l’ansia si apre la porta del frigorifero per uno spuntino notturno. Peccato però che col tempo questo spuntino extra faccia ingrassare, peggiorando ulteriormente i problemi di ansia & Co. Come rompere, allora, questo circolo vizioso?

Ecco qualche utile consiglio offerto dall’Università di Harvard per affrontare questa “pericolosa abitudine”.

1 Se possibile, chiudete la cucina, anche a chiave, ogni sera dopo cena e non rientrateci più fino a colazione. Mettendo anche delle barriere fisiche, se necessario, tipo una sedia pesante davanti alla porta. Se questo è troppo difficile, iniziate a fare così una o due notti a settimana.

2 Dopo aver finito di rassettare, andate a lavarvi i denti per segnalare al vostro corpo che avete finito di mangiare per quella giornata.

3 Se la notte scassinate la vostra porta della cucina e non resistete all’impulso di mangiare, gestite questo momento di crisi con un processo mentale diviso in 4 parti.

- Bloccatevi: imponetevi di fermarvi per una pausa.

- Respirate: fate un paio di respiri profondi per contribuire ad alleviare la tensione crescente .

- Riflettete: ponetevi alcune domande tipo “Perché sento la voglia di mangiare in questo momento?”

- Scegliete: decidere su come gestire il vostro impulso di mangiare. Potreste, forse, alleviare la tensione in un altro modo? soddisfare in altro modo ? Ad esempio uscire con il cane per una passeggiata, fare ginnastica fino a stancarsi, rannicchiarsi nel letto a leggere un libro, fare una lunga doccia calda… Insomma, qualcosa di gratificante e non “pericoloso” per la salute.

E per affrontare eventuali attacchi di fame diurno, in questo articolo trovate altri utili suggerimenti e i cibi da preferire..

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome