Pasta biologica plastic free
Granoro, il packaging sostenibile

3 | 1 voto/i

Interamente riciclabile nella carta per tutta la produzione di pasta biologica, il nuovo packaging del pastificio Granoro punta a una riduzione dell’attuale consumo di plastica pari a due terzi della produzione

Prosegue l’impegno concreto del pastificio Granoro nel rispetto dell’ambiente con la riduzione dell’impiego della plastica. È la sfida che il gruppo con sede a Corato (Ba), presente in 180 paesi nel mondo con il proprio marchio, ha presentato a Tuttofood Milano attraverso un nuovo packaging per tutta la pasta biologica interamente riciclabile nella carta.

L’idea nasce dalla volontà di porre attenzione all’ottimizzazione in termini ecologici del packaging, puntando all’efficienza tendendo a minimizzare l'impatto sulle risorse naturali. Il pack messo a punto è una confezione dall’aspetto rustico. Il risultato è una busta prevalentemente cellulosica, formata da uno strato di carta che si accoppia ad un sottile strato di plastica.
La composizione è stata validata dalla Stazione Sperimentale di Milano INNOVHUB e dal Centro Qualità Carta di Lucca, che certificano la possibilità di smaltire il materiale impiegato.

Grazie a questa importante scelta Granoro otterrà una riduzione del consumo di plastica pari al 35%, puntando ad una produzione annua di 4 milioni di pacchi riciclabili che riguarderanno l’intera linea biologica.

Granoro, il packaging sostenibile - Ultima modifica: 2019-06-14T12:02:52+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome