Diciotto buone pratiche agroalimentari premiate tra più di 700


Sui 52 progetti giunti alla fase finale di valutazione, la Giuria ha decretato come Best Sustainable Development Practices 18 vincitori divisi in cinque aree tematiche, tre in più di quanto previsto

Il processo di valutazione degli oltre 700 progetti inviati a Feeding Knowledge nell’ambito del Bando delle Best Sustainable Development Practices è giunto al termine e la giuria ha decretato i 18 vincitori. E’ quanto si legge sul sito del Sinab (Sistema d’informazione nazionale sull’agricoltura biologica).
Come aree geografiche, sette progetti vengono dall’Africa, sei dall’Asia, tre dall’America e due dall’Europa.
La valutazione, ha portato a decretare: cinque vincitori in Priorità 1 (gestione sostenibile delle risorse naturali), quattro in Priorità 2 (Aumento qualitativo e quantitativo della produttività agricola), tre vincitori nella Priorità 3 (dinamiche socio-economiche e mercati globali), tre in Priorità 4 (sviluppo sostenibile delle piccole comunità rurali in aree marginali), tre in Priorità 5 (modelli di consumo alimentare: dieta, ambiente, società, economia e salute).
Al Bando, lanciato da Expo 2015 a novembre 2013 e che si è chiuso il 31 ottobre 2014, hanno preso parte 786 progetti, 749 dei quali ammessi alla pre-selezione che soddisfacevano i criteri di ammissione.
La Best Practice ritenuta più rappresentativa per ogni area tematica verrà narrata in un filmato/documentario prodotto da Expo 2015. Le altre 13 saranno illustrate attraverso racconti fotografici. Tutti i materiali saranno esposti al Padiglione Zero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here