Dall’8 marzo si riparla di riforma del settore biologico dell’Unione Europea


Dopo diversi tentativi falliti, sarà la volta buona? C’è un nuovo testo di compromesso, ma non mancano i punti ancora controversi. Per esempio, la contaminazione accidentale da pesticidi

Riprenderà l'8 marzo il negoziato tra Commissione, Europarlamento e Consiglio sulla riforma delle regole europee per il settore biologico. Ne dà notizia una nota dell’ANSA.
Gli esperti nazionali hanno approvato a maggioranza qualificata un nuovo mandato a negoziare sulla base di un testo di compromesso presentato per sbloccare un dossier fermo da dicembre. Non mancano però le riserve da parte di diversi Paesi.
Per l'Italia e altri Stati continuano a rimanere nel testo proposte non soddisfacenti sui valori limite di contaminazione accidentale da pesticidi non autorizzati e sulla possibilità di utilizzare terra non bio per coltivare prodotti biologici in serra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here