Cocchi di mamma, cocche di papà


L’utilizzo di alcuni appellativi relativi al rapporto con la mamma o il papà suonano come termini di affettuosa presa in giro, ma fotografano anche un fenomeno sociologico non solo italiano, una realtà ben nota e presente in buona parte delle famiglie. Quello che spesso non si sa è che cocchi di mamma e cocche di papà sono categorie psicologiche e comportamentali molto precise, conseguenza di un’educazione sbilanciata e di quella che si potrebbe definire “la sventura del figlio prediletto”.

Editore: Tecniche Nuove
Pagine: 124
Formato: 13x20 cm
Anno: 2010
Prezzo: Euro 9,90

Questo libro vuole essere una guida a scoprire il cocco di mamma e la cocca di papà che si annidano nella grande maggioranza di tutti noi, un fardello che ci portiamo dietro, spesso in maniera inconsapevole e senza renderci conto delle conseguenze che possono essere anche devastanti nel corso della vita adulta.
L’autrice, grazie alla sua pluriennale esperienza sistemica-familiare, propone un’inedita forma di diagnosi e di auto-riflessione. La presa di coscienza di un quadro psicologico che risale all’infanzia è soltanto l’inizio. Il libro spiega chiaramente quali sono i passi da compiere per “rimettersi al proprio posto” nell’ordine corretto tra genitori e figli, così da poter affrontare il cammino della vita in totale e completa autonomia.

L'autore

Anna Zanardi
Anna Zanardi, psicologa e giornalista, collabora con diversi quotidiani e riviste di ampia diffusione. Già docente presso l’Università Cattolica di Milano,oggi collabora con il Mip, Politecnico di Milano.Da anni si occupa di consulenza motivazionale a top manager e personaggi pubblici. Svolge attività clinica come esperta di psicosomatica ed è direttore scientifico della testata Psychologies Italia edita da Hachette. Per Tecniche Nuove, in questa collana, ha già pubblicato: Il linguaggio degli organi e Felici e scontenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here