Home InformaBio

InformaBio

il blog di Franco Travaglini

Franco Travaglini vive e lavora nella campagna umbra. Giornalista professionista dal 1983, si è formato nelle redazioni di due quotidiani. Poi, come free lance, ha collaborato con varie testate scrivendo di animali, ambiente, alimentazione e agricoltura biologica.

Un fenomeno già presente negli altri paesi dell’Europa settentrionale che si riscontra nelle aree agricole dove si fa uso di fungicidi e non, invece, nelle aree urbane dove non se ne fa uso

Venti milioni di euro, a tanto ammonta il credito che Banca Etica ha in corso con le aziende agricole del biologico, cifra che potrebbe aumentare dopo l’accordo siglato di recente con Federbio

La rivista Biomed Central ha pubblicato una revisione delle più importanti ricerche europee sul discusso argomento. La risposta che ne hanno ricavato è che c’è un indubbio vantaggio a non mangiare prodotti trattati massicciamente con pesticidi di sintesi e, nel caso degli animali, con antibiotici. Altri vantaggi ci sono, ma più incerti e controversi
E’ partita la campagna per sconfiggere la chimica nel piatto, con la presentazioni delle alte concentrazioni di glifosato, clorpirifos e piretroidi di sintesi trovate nelle urine di una normale famiglia italiana. La campagna fa parte di Cambia La Terra, progetto di informazione contro i pesticidi voluto da Federbio con Isde-Medici per l’Ambiente, Legambiente, Lipu e WWF

Presentato il dossier “Stop pesticidi” di Legambiente

Allarme multiresiduo: fino a 21 principi attivi su un solo prodotto irregolare. Ma anche 11, 13 e 14 sostanze su campioni ‘in regola’ Aumentano lievemente i campioni fuorilegge ma crescono anche le produzioni biologiche e le tecniche agronomiche sostenibili

È quanto emerge dai dati del Panel famiglie Ismea Gfk/Eurisko relativi ai primi 11 mesi del 2014

 

In un comunicato stampa la protesta dell’Aiab Umbria che ribadisce le questioni che restano in attesa di risposta: la priorità da dare all’agricoltura biologica, i contributi alle aziende e l’allarme pesticidi

La produzione del Parmigiano Reggiano è regolata da un disciplinare elaborato dal Consorzio dei produttori. Nonostante questo ci sono differenze fra la filiera del Reggiano biologico e quella del convenzionale, soprattutto riguarda la produzione dei mangimi e il modo in cui sono tenute le mucche. Ne parliamo con Matteo Panini amministratore delegato dell’Azienda Biologica Hombre, situata nel modenese

Secondo uno studio italiano, infatti, l’impatto ambientale della dieta vegana è 2,8 volte inferiore di quella vegetariana (con consumo di uova e latticini) e 4,63 volte inferiore di quella onnivora (con anche carne)

Una nota del Mipaaf risponde alle richieste pervenute all’Amministrazione e relative alla certificazione di mezzi tecnici, soprattutto fertilizzanti, rilasciate da alcuni Organismi di controllo europei

Il blog del direttore

di Venetia Villani

Gusto e salute in cucina

il blog di Giuseppe Capano

Fa' la dieta giusta

il blog di Barbara Asprea

InformaBio

il blog di Franco Travaglini
css.php