Carnevale ogni farina vale?


In occasione della festa più allegra dell'anno prepariamo frittelle, chiacchiere e castagnole, tutte prive di glutine e per lo più anche senza latticini

Chiacchiere, bugie, cenci, frappe… a seconda della zona i nomi dei dolcetti tipici di Carnevale cambiano nome ma, sostanzialmente, la base è la stessa. Ovvero sfoglie di pasta che vengono fritte e poi cosparse di zucchero a velo. Oppure si tratta di tocchetti di impasti fritti, anche lievitati, come nel caso delle castagnole o frittelle talvolta farcite con mele o creme. Come tutti sanno, la farina di frumento è l’ingrediente fondamentale per la produzione di queste golosità, meno noto, invece, il fatto che anche con le farine naturalmente prive di glutine, ad esempio quelle di riso o di grano saraceno, si riescono a ottenere ottimi risultati e con sfumature di gusto diverse dal solito. Non resta che provare!

Frittelle di mela in pastella di castagne
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 10 minuti
Ricetta di Antonio Zucco

Bugie di grano saraceno con crema al cedro
Difficoltà: Media
Preparazione: 50 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Antonio Zucco

Chiacchiere di ceci e riso
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Antonio Zucco

Castagnole fritte
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Antonio Zucco

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here