Cosmesi naturale

Capelli in primo piano


I consigli e i preparati casalinghi per una testa sempre a posto

È strano: molto spesso chi ha i capelli lisci li vorrebbe ricci o almeno ondulati, e chi invece li ha ricci per natura farebbe di tutto per averli lisci. Molti procedimenti per modificare la struttura dei capelli li sottopongono però ad un forte stress: le sostanze chimiche usate per la permanente sono piuttosto aggressive, e quelle per la “stiratura” lo sono anche di più. Il fon è in alcuni casi un’alternativa ma può presentare degli inconvenienti, specie se usato di frequente e a distanza ravvicinata dai capelli. Più dolci sono alcune tecniche naturali. Applicando un fissatore sui capelli umidi o asciutti, questi si possono avvolgere intorno a bigodini molto grossi per ottenere una “stiratura” ed eliminare riccioli e increspature. Per un effetto frisé, si possono raccogliere i capelli umidi in tante piccole trecce; una volta asciutti mantengono le minuscole onde fino al successivo lavaggio.

Bigodini fai da te

Chi di giorno non ha tempo per lasciar asciugare i capelli su bigodini piccoli, necessari per un’acconciatura molto mossa, può tenerli di notte. I bigodini rigidi però non consentono un sonno riposante. Ecco come prepararne di molto morbidi: serve una striscia di gommapiuma bassa e resistente, per esempio un pezzo di una stuoia del tipo usato per la ginnastica a terra. Ricavarne con una forbice dei rettangoli di 3 x 20 cm e tagliare questi nuovamente in diagonale per ottenere due triangoli cadauno. Con la forbice praticare un foro lungo 1 cm circa alla base del triangolo. Avvolgere i capelli intorno alla striscia di gommapiuma e infilare la punta nel foro per fissare il “bigodino” morbido. Lo stesso effetto può essere ottenuto anche con strisce di tessuto, ma queste debbono essere annodate ogni volta, quindi sono meno comode.

Ricette per tutti i capelli

Come preparare degli ottimi fissatori naturali da versare o spalmare sui capelli umidi o asciutti

Fissante/lucidante leggero

Ingredienti: 1 bicchiere di birra chiara per capelli corti, 2 o più bicchieri per capelli lunghi.
Usare come condizionante/balsamo dopo l’ultimo risciacquo. Versare sui capelli e lasciare asciugare. Eventualmente accelerare l’asciugatura con il fon. Normalmente la birra, una volta asciutta, non lascia odore nei capelli. Tuttavia, vi sono delle differenze a seconda del tipo usato e anche del tipo di capelli.

Fissatore forte

Ingredienti: 2 bicchieri di birra, 2 cucchiaini di miele.
Intiepidire la birra in un pentolino, su fiamma bassa. Spegnere e mescolarvi il miele. Versare sui capelli appena lavati e dare con le mani la forma desiderata.
Ricetta particolarmente adatta per capigliature corte e giovanili, dall’aspetto bagnato: i capelli possono essere pettinati “dritti in piedi” come se si usasse un gel. Per un effetto più blando, dimezzare le dosi di birra e miele e aggiungere mezzo bicchiere d’acqua.

Fissatore morbido

Ingredienti: 1 cucchiaino di miele, ¼ di l d’acqua tiepida, ½ cucchiaino di aceto di mele.
Sciogliere il miele nell’acqua tiepida e aggiungere l’aceto di mele. Massaggiare delicatamente su capelli e cuoio capelluto. Rende i capelli voluminosi, lucidi e docili al pettine.

Fissatore forte

Ingredienti: 1 albume d’uovo.
Sbattere l’albume leggermente con una forchetta ma non montarlo a schiuma. Distribuire sui capelli ancora umidi. Rende la pettinatura molto resistente.

Fissatore per capelli grassi

Ingredienti: ½ succo di limone per capelli corti, di più per capelli lunghi.
Spremere del limone fresco, filtrare il succo e versarlo sui capelli quasi asciutti. Il succo di limone asciuga molto velocemente, da tenere presente durante l’eventuale messa in piega con bigodini. Eventualmente applicare ad una parte di capigliatura per volta. Particolarmente adatto a capelli biondi, ma non a quelli tinti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here