Il seitan offre molte opportunità di variare i propri menù, sostituendo le proteine animali con quelle vegetali e integrando in maniera ottimale la propria alimentazione

Le nostre tradizioni gastronomiche ci portano a pensare ai secondi piatti come a un'associazione di alimenti proteici di origine animale (carne, pesce, uova, formaggi), con verdure di contorno. Se si decide di entrare nel mondo della cucina vegetariana, però, all’inizio può risultare difficile e ci si domanda spesso come sostituire la carne, come nutrirsi con gusto e soddisfazione. Infatti, mangiare vegetariano, o anche semplicemente ridurre i cibi di origine animale, il colesterolo, grassi e calorie, non deve necessariamente implicare un senso di privazione e mortificazione ogni volta che ci si siede a tavola e, specialmente, non deve portare  scompensi e squilibri di alcun tipo.
Ecco così che entra in scena il seitan, che offre molte opportunità di variare i propri menù, sostituendo le proteine animali con quelle vegetali e integrando in maniera ottimale la propria alimentazione. Il seitan ha un aspetto simile alla carne, ma il suo sapore è più delicato e la sua consistenza più spugnosa e morbida, anche se spesso questa varia da un tipo di seitan all'altro. È un derivato delle proteine del grano (glutine) estratte generalmente dalla farina di grano duro: è perciò da evitare per chi soffre di celiachia o è intollerante al glutine. Può essere usato per le stesse preparazioni in cui si utilizza la carne ma più a lungo viene cotto più rimane sodo.
In commercio è possibile trovare seitan al naturale, oppure alla piastra, a cubetti, affettato come antipasto, affumicato, aromatizzato, usato anche per produrre prodotti simili a würstel con affinità di sapore a quello animale, è altamente digeribile e quindi adatto a bambini ed anziani. Il seitan viene cotto ed insaporito in acqua con salsa di soia (shoyu o tamari), alga kombu, sale.  Il seitan può essere cucinato in tantissimi modi e le preparazioni sono molto simili a quelle della carne, con però il vantaggio di essere molto più veloci, poiché il seitan è un alimento già cotto.

Ecco, allora, una serie di ricette che offrono una panoramica di come cucinare questo straordinario alimento.

Muffin di riso con broccoletti e seitan affumicato
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Paola Reverso

Padellata di seitan e mele verdi al curry
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Francesca Mannucci

Piccoli sformati di seitan e borragine
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Polpettine di ceci alle olive in salsa aromatica di carote
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Schiacciate di miglio con seitan alla piastra
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Marianna Corte

Seitan con verdure al curry e flan di legumi
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Piergiorgio Gatti

Seitan carpionato
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 10 minuti
Ricetta di Antonio Scaccio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here