Benessere in cucina
Come rafforzare le difese a tavola


Durante la stagione fredda spesso si va incontro a raffreddori e anche influenze. Ma davvero l’alimentazione può rinforzare le difese immunitarie?

Sono diverse le strategie che possono essere messe in campo per potenziare le capacità difensive dell’organismo verso virus e batteri. Possiamo innanzitutto prenderci cura dell’intestino con un adeguato apporto giornaliero di fibre (5 porzioni al giorno di frutta e verdura sono sufficienti) e ridurre gli alimenti infiammatori come latticini, carni rosse e glutine. Utili, anche, sono frutta secca e legumi.
Lo zinco è un minerale fondamentale per difenderci dalle infezioni, abbondante in pesce azzurro, ostriche, uova, lenticchie, cereali integrali, noci; il fabbisogno giornaliero è di circa 7-10 mg/die (es. 50 g di fiocchi di avena + 150 g di soia, oppure 150 g di acciughe + 30 g di noci). Pesce azzurro, frutta secca, semi e olio di lino sono ricchi, inoltre, di acidi grassi essenziali omega-3, necessari per contrastare le infiammazioni che indeboliscono il sistema immunitario. Una menzione speciale spetta ai betaglucani, costituenti della parete vegetale di funghi, alghe, cereali integrali, lieviti: quelli contenuti nei funghi medicinali Maitake, Shiitake e Reishi, molto rinomati nella medicina tradizionale cinese, si sono rilevati particolarmente utili per rinforzare l’immunità naturale dell’organismo. Ancor oggi la medicina ufficiale non ne definisce un dosaggio preciso ma, secondo le antiche discipline orientali, 100-150 g al giorno di questi particolari funghi aiutano tutto il sistema immunitario a mantenersi sano.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome