Le susine talvolta passano in secondo piano fra la sgargiante frutta estiva, ma non perdetele di vista perché, oltre al loro gusto delicato che ben si presta alla preparazione di ricette deliziose, sono frutti salutari ricchi di vitamine del gruppo B, sodio, potassio, ferro, fosforo e magnesio. Insomma una vera riserva di energia, subito pronta e disponibile

5 ricette con le susine: Torta di prugne - Insalata dolce di crepes e susine caramellate - Minestra fredda di prugne - Tarte tatin di prugne alla cannella - Tortine al cioccolato bianco, prugne e nocciole

La susina, o prugna, è parente delle pesche e delle mandorle. Come queste altre drupe, contiene un nocciolo duro circondato da una polpa soffice e carnosa e da una buccia sottile. Esistono oltre 200 varietà di susine, con dimensioni, forme e colori diversi: possono essere piccole come ciliegie o grosse come pesche e, benché solitamente siano sferiche, si trovano anche a forma ovoidale o di cuore. La buccia può essere verde, porpora, blu tendente al nero, rossa, gialla o ambrata, mentre la polpa è gialla, verde, rosa o arancione.
Alle susine è associata principalmente un’azione lassativa ma esse sono anche particolarmente utili per dare più tono alle pelli sensibili e delicate in quanto, oltre a contrastare la secchezza cutanea, rafforzano il sistema circolatorio superficiale e, grazie al notevole livello di antiossidanti contenuti, fanno da barriera ai radicali liberi. Le prugne sono ideali per combattere i segni dell’età, per chi ha la pelle particolarmente secca o soffre di couperose.

Buono a sapersi

•    Una susina matura deve cedere al tatto, soprattutto sulla punta opposta al gambo. Se è matura e di buona qualità deve emanare una dolce fragranza. Anche se si possono acquistare frutti sodi da far maturare in casa, è bene non prendere quelli molto duri perché troppo immaturi: non svilupperanno un buon sapore e la giusta consistenza.
•    Da evitare la susine con la buccia danneggiata, scolorita o molle.
•    Le susine si possono lasciare a temperatura ambiente; dato che tendono a maturare velocemente, controllatele ogni 1-2 giorni per verificare che non abbiano superato il punto di maturazione.
•    I frutti maturi si conservano per qualche giorno in frigorifero.
•    Se volete congelarli, per mantenere al meglio il gusto, togliete i noccioli prima di riporli in freezer.

Ecco qualche ricetta per assaporare questi dolci frutti

Torta di prugne
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 55 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Insalata dolce di crepes e susine caramellate
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Minestra fredda di prugne
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Tarte tatin di prugne alla cannella
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 45 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Tortine al cioccolato bianco, prugne e nocciole
Difficoltà: Media
Preparazione: 40 minuti
Cottura: 25 minuti
Ricetta di Stefano Vieri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here