“Verme del mais” sviluppa resistenza al mais GM

Uno studio evidenzia che questo pericoloso parassita del mais ha sviluppato una resistenza alle difese introdotte attraverso la modificazione genetica delle piante

Uno studio pubblicato da “Plos One” ha evidenziato – informa The Organic Center - che uno dei più pericolosi insetti che attacca il mais e il cotone, il “verme del mais” (Corn worm), ha sviluppato una resistenza alle difese introdotte attraverso la modificazione genetica delle piante per combattere questo insetto. I ricercatori hanno utilizzato 20 anni di osservazioni sul campo, oltre agli esperimenti di laboratorio, per mostrare la resistenza del verme del mais all’azione delle difese realizzate con la modificazione genetica del mais stesso. Hanno trovato che le varietà dei vermi che avevano evoluta una resistenza alle difese prodotte dalle modificazioni genetiche uscivano dall’uovo più velocemente, raggiungevano un peso maggiore e avevano più probabilità di sopravvivere rispetto alla varietà di verme che erano ancora suscettibili alle difese indotte dalle modificazioni genetiche. Attraverso scambi di informazioni con i produttori, i ricercatori hanno anche trovato che gli agricoltori che ancora usano semi geneticamente modificati stanno cercando di compensare la resistenza aumentando l’uso di pesticidi. Gli autori della ricerca prevedono che la resistenza del verme del mais crescerà e si propagherà.

LASCIA UN COMMENTO