Una tintarella in tutta salute


Una pelle ambrata, ma non solo. L’esposizione al sole è un bagno di salute. Perché resti tale, senza diventare un rischio, serve moderazione nell’esporsi, ma anche attenzione a tavola. Alimenti ricchi di antiossidanti e sostanze protettrici, tanta acqua, tisane e qualche integratore naturale possono aiutare

Se un tempo avere la pelle candida era un imperativo per chi voleva apparire elegante e raffinato, da quando, nella metà del secolo scorso, le vacanze all’aria aperta sono diventate un privilegio da esibire, l’abbronzatura è andata affermandosi al punto da diventare, quasi, una mania. Seppure negli ultimi decenni molti studi scientifici hanno messo in guardia contro i possibili effetti dannosi dei raggi del sole, per la maggioranza delle persone l’abbronzatura resta sinonimo di pelle sana,  giovane e bella. Il pericolo del foto-aging, cioè dell’invecchiamento precoce della pelle dovuto a un’eccessiva esposizione al sole, non va però sottovalutato: rughe, perdita di elasticità, alterazione della tessitura e della pigmentazione cutanea sono tutti fenomeni che si verificano se ci si espone al sole in maniera eccessiva e senza i dovuti accorgimenti.

Esporsi al sole fa bene…

D’altra parte la luce solare non ha solo effetti negativi, anzi: i raggi ultravioletti sono potenti  attivatori biologici, indispensabili per il nostro equilibrio. Una delle loro azioni più importanti è la stimolazione della sintesi di vitamina D, molecola importantissima per la produzione e la rigenerazione del tessuto osseo, che aiuta a prevenire l’osteoporosi. Recenti indagini mostrano, inoltre, che la vitamina D svolge un ruolo preventivo nei confronti di tumori e malattie infettive, poiché condiziona le difese immunitarie e previene la resistenza all’insulina, fattore favorente sovrappeso e obesità. Come se non bastasse, la luce naturale del sole ha anche un’azione antidepressiva perché stimola la produzione di serotonina ed endorfine, sostanze che agiscono sul nostro sistema nervoso regalandoci un piacevole senso di benessere e buonumore. Vale quindi la pena sottoporsi in questi mesi estivi a una vera e propria cura di luce e di sole, a patto di seguire alcune importanti regole.

… con le dovute precauzioni

Per prima cosa è consigliabile esporsi al sole solo per mezz’ora consecutiva e nelle ore in cui è meno aggressivo, evitandolo fra le 11 e le 15, senza dimenticare che nuvole e ombrellone lasciano passare fino al 75% delle radiazioni, mentre la sabbia le intensifica del 25%. Una buona crema ad alta protezione è quindi indispensabile, soprattutto per chi ha la pelle chiara.
Da proteggere con un ombroso cappello, inoltre, sono i capelli, anch’essi suscettibili agli effetti nocivi dei raggi solari.

Iniziate prima a curare l’alimentazione

Per stimolare i meccanismi di difesa naturali della pelle l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale. Il menù protettivo andrebbe iniziato almeno un mese prima di esporsi al sole e dovrebbe proseguire fino a un mese dopo aver concluso le vacanze all’aria aperta. Importantissimi sono gli ortaggi e la frutta di colore rosso, arancione, giallo e verde brillante, ricchi di carotenoidi che entrano in gioco nei processi di rigenerazione e pigmentazione cutanea.
Per favorire l’assorbimento di questi composti, che sono liposolubili, è consigliabile condire sempre le verdure con un po’ d’olio, ideale l’extravergine miscelato a un po’ di olio di riso, ricco di gamma orizanolo, che aiuta a mantenere la pelle lubrificata ed elastica. Un ulteriore aiuto viene dagli alimenti probiotici come yogurt e kefir contenenti microrganismi benefici come il Lactobacillus Johnsonii, stimolatore del rinnovamento delle cellule che proteggono dalle infiammazioni. L’acqua fresca, naturale, ma anche le tisane e i succhi di frutta sono ideali per idratare la pelle, ed è indispensabile assumerli durante e dopo i periodi di esposizione al sole, tanto più che favoriscono la sudorazione grazie a cui si produce acido urocanico, un filtro solare naturale. Meglio, invece, evitare gli alcolici di ogni tipo che, come il fumo di sigaretta, rischiano di alterare i normali meccanismi di difesa dal caldo e dai radicali liberi.
In caso di allergie e di predisposizione all’eritema solare, infine, è preferibile escludere i cibi ricchi d’istamina, in particolare i formaggi stagionati, i pesci e le carni conservate (tonno e alici in scatola, salumi) o almeno non consumarne più di uno nello stesso pasto.

I cibi giusti

Pomodori
Contengono licopene, potenti antiossidanti della famiglia dei caroteni che danno il colore rosso alla bacca, capace di inibire i danni indotti dai raggi solari alle cellule. Consumateli quindi ben maturi, sia crudi sia cotti, e conditeli sempre con un po’ di olio extravergine o di riso.

Carote

Sono una delle migliori fonti di betacarotene e glutatione, composti che entrano in gioco nel rinnovamento dei tessuti e contribuiscono a rigenerare la pelle. Consumate ogni giorno un bicchiere di centrifugato di carota e limone insaporito con un cucchiaino di olio di riso e qualche foglia di menta.

Cetrioli
Particolarmente ricchi di potassio, minerale che contrasta gli effetti della disidratazione,
forniscono anche acido tartarico, composto in grado di compensare le perdite di minerali dovute all’eccessiva sudorazione. Aggiungeteli alle insalate o preparate il famoso tzatziki greco: grattugiateli e mescolateli a yogurt denso, olio extravergine d’oliva e aglio.

Spinaci, cicoria da taglio e altre verdure a foglia verde
Hanno un discreto contenuto di luteina e zeaxantina, caroteni che, oltre a proteggere la cute dai radicali liberi, prevengono i danni agli occhi causati da un’eccessiva esposizione al sole. Non fatevi mancare ricche insalate.

Melone
Idratante e saziante, grazie al suo contenuto di potassio, acqua e fibre, è anche una buona fonte di magnesio e caroteni e risulta quindi avere un effetto rigenerante sulla pelle.

Ribes rosso e nero
Contengono vitamina C, importante per assicurare la sintesi di collagene, e antociani che  contribuiscono a mantenere l’elasticità dei vasi sanguigni prevenendo anche la cuperose.

Yogurt greco al naturale

Particolarmente rinfrescante e ricco di fermenti benefici ha proprietà riequilibranti della flora batterica intestinale e contribuisce a nutrire la pelle grazie al suo discreto contenuto di grassi e vitamina A.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here