È arrivato il momento delle torte salate, un’ottima e conviviale pietanza da gustare il giorno di Pasqua. Ecco allora alcune ricette vegetariane per realizzarle in modo sfizioso e più leggero rispetto alle versioni tradizionali

5 ricette di torte salate: Torta di ricotta e taccole con semi di papavero - Ciambella salata con fave fresche e aglietto - Scaccia con broccoli, primo sale e olive - Torta d'erbi - Schiacciata all'ortica e caprino con olio all'aglio orsino

Nella tradizione, le torte salate pasquali abbondano di ingredienti come uova e formaggi che, sommati a impasti e sfoglie molto grasse, contribuiscono ad alzare notevolmente l’apporto calorico del pasto. Tuttavia, senza snaturare troppo le loro caratteristiche di base, che le rendono così amate, è possibile prepararne delle versioni alleggerite. Innanzitutto modificando gli impasti di farina e le farciture usate.

Due “trucchi” per torte salate più leggere

•    Si può preparare un impasto con una ridotta presenza di grassi (il minimo indispensabile) rinforzando il sapore con un’erba aromatica forte come il rosmarino.
•    Rispetto alla preparazione tradizionale che prevede la pasta sfoglia, si può sostituire quest’ultima con una pasta brisée, caratterizzata da una quantità ridotta di burro e una maggiore ricchezza di fibre fornite dall’utilizzo di farina integrale.

Una bella carrellata di torte salate da gustare il giorno di Pasqua

Torta di ricotta e taccole con semi di papavero
Difficoltà: Media
Preparazione: 40 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Ciambella salata con fave fresche e aglietto
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Laura Degortes

Scaccia con broccoli, primo sale e olive
Difficoltà: Facile
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 50 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Torta d'erbi
Difficoltà: Facile
Preparazione: 50 minuti
Cottura: 60 minuti
Ricetta di Ornella Cletini

Schiacciata all'ortica e caprino con olio all'aglio orsino
Difficoltà: Media
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 25 minuti
Ricetta di Sergio Barzetti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here