La pasta fillo. tipica della cucina mediorientale, quella per intenderci degli involtini primavera e della baklava, è una varietà di pasta sfoglia preparata in sottilissimi fogli che, per la sua estrema versatilità, ha trovato uno svariato impiego anche nella cucina italiana, sia in piatti dolci, sia salati. Vi suggeriamo anche la ricetta per farla in casa!

Cimentatevi in queste 6 gustose proposte, dall'antipasto al dolce, tratte dal ricettario di "Cucina Naturale": Torta di pasta fillo con funghi, porro e peperoni rossi - Millefoglie colorata di pasta fillo - Involtini di pasta fillo con carote e lenticchie in salsa aromatica - Fagottini di pasta fillo ripieni di uva - Mini strudel di pasta fillo con ricotta e miele - Cestini di pasta fillo alle mele

Il termine pasta fillo deriva dal greco "phyllo", e significa "foglia". E' infatti una varietà di pasta sfoglia preparata in sottilissimi strati, che una volta cotti risultano croccanti. 

La pasta fillo ha tempi di cottura ridottissimi e può essere fritta o cotta in forno. E' tipica della cucina mediorientale e di quella balcanica in piatti che ormai hanno varcato da tempo i confini della cucina occidentale, come gli involtini primavera cinesi, i samosa indiani e la baklava turca.
Un involucro sottile, croccante che si scioglie in bocca, entrato ormai anche nella preprazione di piatti della cucina italiana, in sostituzione della classica pasta sfoglia o pasta frolla, che hanno uno spessore maggiore che richiede  cotture più lunghe e impegnative, e hanno un maggior apporto calorico. La pasta fillo si prepara infatti  senza aggiunta di grassi.
Nella cucina italiana è spesso usata per torte salate, involtinii, fagottini e strudel dolci e salati.  Se avete tempo e voglia potete preparla voi stessi in casa. Ha il vantaggio che si presta a essere congelata, e si può conservare in frezeer per circa 6 mesi

Ingredienti pe 8 sfoglie

 250 g farina 0, 125 g acqua calda, 1 cucchiaino di sale, 1 cucchiaino di lievito istantaneo, 1 cucchiaio e mezzo di olio extravergine di oliva,  ½ cucchiaio di aceto di vino bianco, farina q.b. per tirare la sfoglia,  maizena per stendere le sfoglie

- Mescolate in una terrina tutti gli ingredienti e impastate bene a mano fino a ottenere una pasta liscia, compatta ed elastica. E' importante usare acqua molto calda, e non tiepida, perchè aiuta l’impasto a restare elastico.
- Coprire l’impasto con un canovaccio di cotone umido e lasciare riposare per 2 ore.
- Suddividere l’impasto in 8 parti uguali. Spolverare di farina la spianatoia e tirate delicatamente la pasta con un mattarello. Spolverare di farina entrambi i lati della pasta e girate di tanto in tanto la pasta, fino a ottenere una sfoglia sottilissima e quasi  trasparente.
 - Ponete la sfoglia preparata su un vassoio coperto di carta forno e spolverizzato con la maizena. 

Buono a sapersi
- Stendere la pasta fillo sottilissima è impresa ardua, per facilitare l’impresa sappiate che più lasciate riposare la pasta e più  sarà facile da lavorare.
- Per evitare che al tatto la pasta fillo si buchi, ungete leggermente i polpastrelli mentre la lavorate.

Torta di pasta fillo con funghi, porro e peperoni rossi
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Fiona Hunter

Millefoglie colorata di pasta fillo
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 35 minuti
Ricetta di Gianluca Scolastra

Involtini di pasta fillo con carote e lenticchie in salsa aromatica
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 25 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Fagottini di pasta fillo ripieni di uva
Difficoltà: Media
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Mini strudel di pasta fillo con ricotta e miele
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 10 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Cestini di pasta fillo alle mele
Difficoltà: Media
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here