“E’ possibile un’agricoltura biologica senza l’impiego del rame?”


A questa domanda risponderà un Convegno, che si svolgerà a Roma il 14 giugno, presentando i risultati del progetto ALT.RAME in BIO, che è stato finalizzata all’individuazione di prodotti e strategie in grado di ridurre o eliminare l’uso del rame nella difesa fitosanitaria

Si terrà a Roma il 14 giugno il convegno dal titolo "E' possibile un'agricoltura biologica senza l'impiego del rame? La ricerca risponde e si confronta con il settore". L'evento, patrocinato dall’Associazione Italiana per la Protezione delle Piante (AIPP), è organizzato nell’ambito del progetto di ricerca del CREA "Strategie per la riduzione e possibili alternative all'utilizzo del rame in agricoltura biologica" .

Il rame - si legge nella presentazione del programma - utilizzato come fungicida e battericida, svolge un ruolo importante in agricoltura integrata ma risulta essenziale in agricoltura biologica dal momento che la difesa è incentrata, quasi esclusivamente, sul suo impiego. Questo metallo pesante però, a causa del suo accumulo nel terreno, può causare problemi di impatto ambientale. Interagisce, infatti, con i costituenti del terreno che lo rendono insolubile e ne impediscono la percolazione verso gli strati più profondi. Colture che richiedono regolarmente trattamenti a base di rame, come ad esempio la vite coltivata con metodo biologico, possono causare un aumento del contenuto di rame nel terreno. Risulta pertanto necessario cercare di affrancare totalmente o parzialmente gli operatori del comparto biologico dall’impiego del rame. Il convegno, organizzato a conclusione del progetto ALT.RAME in BIO, vuole presentare i risultati ottenuti nel corso dell’attività svolta che è stata finalizzata all’individuazione di prodotti e strategie in grado di ridurre o eliminare l’uso del rame nella difesa fitosanitaria. Il convegno vuole anche essere un momento di condivisione e confronto tra ricercatori, tecnici, agricoltori, industria, consumatori, decisori politici su questa problematica di estrema rilevanza per il settore.

La partecipazione al convegno è gratuita ma è necessaria l’iscrizione per motivi organizzativi. Si prega pertanto di compilare ed inviare l’apposita scheda d’iscrizione che si trova in calce al programma

Scarica qui il programma

Il convegno si svolgerà nell'Aula Magna “Antonio Quaquarelli”, CREA ‐ Centro di Ricerca per la Patologia Vegetale di Roma, via C. G. Bertero, 22 ‐ Roma.

Per info: Valerio Battaglia (CREA‐PAV)

E‐mail:valerio.battaglia@crea.gov.it

Telefono:06‐82070305Fax:06‐82070308

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here