A tavola con Arisa
Mangiar sano per cantar bene

Arisa

Arisa, cantante di successo ma anche attrice televisiva e cinematografica, ci svela i segreti che la mantengono sempre così allegra, vivace e pronta a sfoderare una voce potente: buon cibo e affetti sinceri

La sua voce è una delle rivelazioni artistiche dell’ultimo decennio. Arisa è diventata popolare grazie alla vittoria nel 2009 nella categoria “nuove proposte” della 59° edizione del Festival di Sanremo con il singolo Sincerità. Ad oggi Arisa, al secolo Rosalba Pippa, ha pubblicato sei album e ha venduto più di 400.000 copie, aggiudicandosi nove dischi di platino e quattro dischi d’oro. Nel 2010 è sbarcata anche in televisione, dapprima come presenza fissa al programma televisivo “Victor Victoria - Niente è come sembra” e poi come giudice del talent show X Factor. Nel 2011 ha debuttato al cinema sia come attrice che come doppiatrice. Arisa è popolare quindi nel triplice mondo della musica, della televisione e del cinema, con i suoi continui cambi di look e il suo modo di fare un po’ ingenuo e anticonvenzionale. Non manca anche l’impegno sociale in questa eclettica artista: nel 2009 ha partecipato al concerto presso lo Stadio San Siro di Milano “Amiche per l’Abruzzo”, per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto de L’Aquila. In questa intervista ci racconta come il cibo sia importante per mantenere elevate le sue prestazioni canore e per vivere bene.

Dietro un microfono il tuo talento è innegabile. Dietro ai fornelli?

Sono brava a mangiare, non a cucinare, ma imparerò per i miei figli. Sono però molto attenta all’alimentazione e da quando abito a Milano faccio la spesa e preparo io i miei pasti. Anche senza essere bravi cuochi, tutti hanno per forza un feeling con la cucina, del resto è uno dei pochi modi universali di confrontarsi con gli altri.

Quali sono le differenze con la cucina di tua madre?

Da buona basilicatese, ogni pasto non era certamente improvvisato: antipasto, primo e secondo con contorno non mancavano mai quindi, anche se comprendeva tanta verdura, il regime alimentare proposto da mia mamma era abbastanza impegnativo. Ora, invece, mi preparo pasti molto leggeri e spesso liquidi, un mix di improvvisazione e cucina naturale.

Ci sveli un tuo piatto preferito?

Una delle ricette che preferisco e che mi piace preparare è composta da carciofi, ceci, avocado e riso integrale. Sulla mia tavola, tendenzialmente, ci sono tante verdure e molte zuppe, soprattutto adesso che sono a dieta. Quando, invece, acquisto cibi confezionati, controllo con attenzione l’etichetta per essere sicura di mangiare nel modo più sano possibile.

Quale è il tuo obiettivo dal punto di vista della forma fisica?

Sentirmi bene per essere tonica e a mio agio sotto i riflettori. La bilancia sta premiando le mie scelte alimentari, ma il peso è per me più una questione di salute che di estetica, anche se è innegabile che il mio lavoro richiede di essere attenta all’aspetto fisico.

Come inizi la giornata per essere “sprint”?

Faccio colazione con un uovo, sbattuto nel brodo. Sento proprio che alimentarmi in modo sano fin dal mattino, con proteine, mi carica di vitalità e mi permette una maggiore concentrazione. Del resto, affaticando stomaco e fegato, si spreca un sacco di energia.

Quindi, anche l’alimentazione sana e naturale è responsabile della tua energia vocale

La voce va a carboidrati! Scelgo prevalentemente pasta integrale e mi piace variare tipologia di cereali, alternando grano khorasan, farro e anche pasta di riso. Evito cibi acidi, come il pomodoro, perché causano reflusso che non fa bene alle corde vocali. Un cantante non dovrebbe neppure digiunare perché i succhi gastrici sprigionano dei gas che non aiutano certo le performance live. Infine, oltre al cibo sano, per la voce un toccasana è la tisana allo zenzero.

Durante la giornata ti concedi pause “spezzafame”?

Nel poco tempo a disposizione mangio un frutto, principalmente una mela o una banana, e spesso bevo latte di cocco. La frutta e la verdura dovrebbero essere sempre accessibili a tutti, e in proposito ho una personale visione. La qualità dei nostri terreni è altissima. Bisognerebbe incrementare la produzione agricola e tappezzare le strade di corner con estrattori e centrifughe che distribuiscano succhi di frutta e verdura, un vero toccasana per la salute. Secondo me, oggi il prezzo di un centrifugato è mediamente troppo alto, sogno un mondo in cui alle fermate dell’autobus nelle città si possa bere un buon centrifugato a un prezzo ragionevole o, ancora meglio, gratis. Lo slogan potrebbe essere Benessere gratis per tutti.

Questo è un bel sogno. Ne hai altri nel cassetto?

Sono una donna molto felice e realizzata. Tra i miei desideri, però, c’è ancora quello di diventare una grande attrice. Ad oggi ho interpretato alcune parti, ma vorrei tanto essere protagonista di bellissimi film.

Cos’è per te la felicità?

Sono le piccole cose a darmi gioia e buonumore. Ad esempio, quando dormo la prima notte con le lenzuola pulite, quando riesco a fare una lunga e sana chiacchierata con mia madre, quando vedo mio padre sereno e anche quando riesco a mangiare ciò che desidero senza appesantirmi!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome