Per la FAO il 2015 è l’Anno internazionale dei suoli


L’organizzazione internazionale lavorerà con i governi e le organizzazioni della società civile per il pieno riconoscimento del contributo dei suoli per la sicurezza alimentare, far fronte ai cambiamenti climatici, la riduzione della povertà e lo sviluppo sostenibile

Per l’Anno Internazionale dei Suoli serve un rilancio dell’agricoltura sostenibile. I terreni sani, infatti, sono la base dell’agricoltura familiare, la produzione alimentare e la lotta contro la fame, e giocano anche un ruolo come “serbatoi” di biodiversità. Lo ha dichiarato – riferisce un articolo di Rinnovabili.
il Direttore Generale della FAO, José Graziano da Silva, in occasione del lancio dell’Anno Internazionale dei Suoli 2015 (AIS). Durante il 2015, infatti, la FAO lavorerà con i governi, le organizzazioni della società civile, il settore privato e tutti i portatori di interesse per ottenere il pieno riconoscimento del contributo dei suoli per la sicurezza alimentare, far fronte ai cambiamenti climatici, la riduzione della povertà e lo sviluppo sostenibile.
«I terreni agricoli sono d’importanza capitale per la produzione alimentare del mondo, ma non prestiamo sufficiente attenzione a questo ‘alleato silenzioso’», ha spiegato da Silva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here