Ricette veloci

Pastasciutta in padella


Il segreto di una pasta ben condita e senza troppi grassi è la mantecatura al salto nel tegame. Provatela con le nostre ricette, davvero perfette per accontentare i gusti più diversi

Nel nostro Paese la cottura della pasta è cosa sacra, non esiste che si lasci li, aspettando che diventi stracotta! È vero che ci sono persone che mangiano la pasta molto al dente e altre più cotta, ma parliamo di differenze minime se si vuol cucinare un buon primo piatto.

Per cuocere la pasta però non esiste solo il metodo della lessatura dopo ebollizione ma, come il risotto, anche la pasta può essere cucinata direttamente in padella, insieme al suo condimento, in modo da ottenere una mantecatura al salto.
Questo tipo di cottura torna utile quando abbiamo bisogno di amalgamare gli ingredienti, quando dobbiamo sposare la pasta ai sughi. Infatti, come è noto, la pasta cuocendo rilascia il suo amido, e se terminiamo la cottura in padella insieme al sugo l’amido del cereale renderà il tutto più cremoso. Anche il recipiente ha la sua importanza: capiente abbastanza per contenere pasta e sugo, con i bordi arrotondati, magari d’alluminio esternamente e antiaderente all’interno.

3 paste saltate dal gusto intenso

Penne integrali alla puttanesca in bianco

Fate appassire a fuoco dolce una cipolla rossa affettata fine in una padella con 3 cucchiai d’olio extravergine e un pizzico di sale. Aggiungete, quindi, altri 2 cucchiai d’olio, 3 cucchiai di capperi ben dissalati e 2 spicchi d’aglio tritati. Proseguite la cottura finché i capperi saranno leggermente croccanti e l’aglio ammorbidito, quindi unite un cucchiaino di origano, una spolverata di peperoncino secco e una manciata di prezzemolo tritato finemente (chi vuole può aggiungere a questo punto anche dei filetti di acciuga sott’olio e farli sciogliere). Nel frattempo, lessate 320 g di penne integrali e sfumate, con un mestolino della loro acqua di cottura, il fondo di cipolle. Scolate le penne un paio di minuti prima del termine e unitele al condimento in padella. Saltate il tutto a fiamma vivace aggiungendo altra acqua di cottura quando necessario. Completate con una spolverata di prezzemolo tritato e di pangrattato già tostato.

Spaghettoni con spinaci, uvetta e pinoli

Mettete a lessare 320 g di spaghettoni. Durante la cottura della pasta schiacciate uno spicchio d’aglio e doratelo in padella con 4 cucchiai d’olio extravergine. Aggiungete una spolverata di peperoncino secco, un mestolino di acqua di cottura della pasta, 2 cucchiai di uvetta e proseguite a fiamma dolce per qualche minuto. Nel frattempo tostate delicatamente in un pentolino 2 cucchiai di pinoli e teneteli da parte. Scolate con le pinze da cucina la pasta circa 3 minuti prima che sia pronta e trasferitela ancora grondante direttamente nella padella con l’intingolo, conservando l’acqua di cottura. Aumentate la fiamma sotto il tegame e unite 150 g di foglie di spinaci piuttosto piccole, aggiungendo via via poca acqua della pasta per appassirle e per terminare la cottura. Alla fine aggiungete 40 g di pecorino sardo grattugiato con una grattugia a fori larghi e mescolate bene per farlo sciogliere. Unite i pinoli e servite.

Mezze maniche “alla checco”

Tagliate a metà o in 4 spicchi 500 g di pomodorini ben maturi, poi conditeli in una ciotola con uno spicchio d’aglio tritato finemente, una manciata di basilico tritato, un cucchiaino di origano, 2-3 cucchiai d’olio extravergine, sale e pepe. Lasciateli insaporire per almeno un’ora. Passato questo tempo scaldate 3 cucchiai d’olio in una padella e versatevi i pomodorini ben scolati dal loro liquido di marinatura, quindi fateli saltare per pochi minuti. Nel frattempo, lessate 320 g di mezze maniche, scolandole almeno 2 minuti prima del termine di cottura nella padella con i pomodorini. Fate saltare il tutto versando poca acqua di cottura della pasta quando necessario. Controllate il sale, pepate e levate dal fuoco. Aggiungete alla pasta 250 g di mozzarella tagliata a dadini piccoli, 2 cucchiai di olive nere a rondelle, qualche foglia di basilico spezzettata e un filo d’olio. Mescolate per far sciogliere appena la mozzarella e servite subito.

 

Ora accendete i fornelli, ecco 3 ricette veloci da preparare e portare in tavola.

Spaghetti colorati con fiori di zucca, zucchine e pomodorini
Difficoltà: facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Caserecce con patate, fagiolini, limone e basilico
Difficoltà: facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Fusilli di mais con verdure, menta e stracciatella
Difficoltà: facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here