Fare la pasta in casa è una delle cose che in cucina dà più soddisfazione, ma si può preparare anche quella senza glutine? Certo che sì! Ecco alcuni consigli e ricette per realizzarla in modo semplice che piacerà a tutti

5 ricette di pasta senza glutine: Strozzapreti di quinoa con cavolfiori Lasagne di crespelle con lenticchie e verdure - Fettuccine di crespelle gratinate con cavolfiore - Cannelloni di grano saraceno con ricotta e spinaci - Mezzelune di quinoa con robiola e spinaci al ragù di verdure

Orecchiette, maltagliati, tagliatelle, lasagne, ravioli… Non è così difficile preparare un piatto di pasta fresca con le farine naturalmente prive di glutine. Basta seguire alcuni accorgimenti e realizzare le ricette che vi proponiamo!

Consigli pratici per risultati perfetti

Le farine da preferire
La farina più indicata per questo tipo di preparazione è sicuramente quella di grano saraceno. Grazie alla sua particolare struttura è la più facilmente lavorabile tra le varie farine senza glutine ed è consigliabile per ottenere paste lunghe, come le tagliatelle, o per la produzione di ravioli e lasagne. Altre farine consigliate sono quelle di quinoa e di riso che, però, è meglio scegliere per produrre paste corte come orecchiette o strozzapreti. Se volete, potete miscelarle in piccola percentuale alla farina di grano saraceno per le paste di formato sia piccolo che grande.

Il trucco? Una patata lessa
Un aiuto per la produzione di paste fresche senza glutine è l’utilizzo di una piccola percentuale di patata lessa nell’impasto. La sua aggiunta renderà la pasta più morbida dopo la cottura. È però importante che venga mescolata ancora calda: nel caso scaldatela in forno oppure in un pentolino. Anche l’acqua utilizzata per l’impasto deve essere sempre calda (ma non bollente) in modo che leghi meglio con la farina creando un impasto elastico e compatto. Infine, il riposo dell’impasto è quasi sempre necessario per fare in modo che l’acqua abbia il tempo di essere assorbita dagli amidi presenti nelle farine.

Più freschezza, più qualità
Una buona norma generale è che le farine adottate per fare la pasta siano il più possibile fresche, cioè che siano state macinate da poco tempo (se non le producete in casa, controllate sempre la data di scadenza sulle confezioni). In questo modo, oltre a mantenere inalterati i loro valori nutrizionali, le farine risultano più facilmente lavorabili e i loro impasti più elastici e maggiormente resistenti alla cottura.

Ora mettiamoci al lavoro!

Strozzapreti di quinoa con cavolfiorei
Difficoltà: Media
Preparazione: 45 minuti
Cottura: 25 minuti
Ricetta di Antonio Zucco

Lasagne di crespelle con lenticchie e verdure
Difficoltà: Media
Preparazione: 40 minuti
Cottura: 80 minuti
Ricetta di Antonio Zucco

Fettuccine di crespelle gratinate con cavolfiore
Difficoltà: Media
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Antonio Zucco

Cannelloni di grano saraceno con ricotta e spinaci
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 50 minuti
Ricetta di Antonio Zucco

Mezzelune di quinoa con robiola e spinaci al ragù di verdure
Difficoltà: Media
Preparazione: 35 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here