Cresce in ogni dove ma predilige i luoghi umidi vicini alle zone abitate. Parliamo dell’ortica, un’erba spontanea ricca di benefiche proprietà che ben si presta alla preparazione di gustose ricette

5 ricette con le ortiche: Crespelle di ceci con carciofi, ortica e formaggio morbido di capra - Fusilli integrali di kamut al pesto di ortica - Spatzli di avena con ortiche e funghi - Vellutata di ortiche ai doppi fiocchi - Gnocchetti alle ortiche con burro alla vaniglia

Comune nelle regioni temperate europee e asiatiche, l’ortica è una pianta spontanea assai diffusa. Infesta terreni fertili o coltivati e li impoverisce, assorbendo minerali e vitamine e concentrandoli nelle foglie, che sono quindi altamente nutritive. L’ortica contiene, infatti, diverse vitamine, soprattutto A, C ed E, oltre a sali minerali come sodio, potassio, ferro, fosforo, magnesio, selenio e zolfo. Proprio grazie a queste sue ricche componenti l’ortica possiede molte proprietà curative:
•    depura l’organismo, aiuta la diuresi e alcalinizza il sangue facilitando l’eliminazione di tossine;
•    grazie al contenuto di ferro e clorofilla aiuta in molte tipologie di anemie;
•    tonifica e ha proprietà ricostituenti;
•    aiuta la digestione e migliora l’assimilazione dei cibi grazie alla creatina;
•    grazie alla sua azione emolliente migliora la condizione della pelle.

Come raccogliere e conservare l’ortica

Essendo una pianta molto urticante, per raccoglierla è doveroso munirsi di forbici e guanti spessi onde evitare fastidiose irritazioni alle mani. Per quanto riguarda la scelta è meglio raccogliere quella con foglie di colore vivace, ben tese sugli steli e con bordi integri.
Le foglie di ortica si mantengono in frigorifero avvolte in carta assorbente da cucina per 1 o 2 giorni. Perché si conservino più a lungo, anche 1 mese e oltre, vanno prima fatte essiccare all’ombra e poi messe in scatole dotate di chiusura ermetica.

Ortica in cucina

La parte edibile della pianta è costituita dalle foglie giovani che si colgono in primavera. Una volta colte perdono le proprietà urticanti nell’arco di 12 ore. Le foglie, private dello stelo, si possono utilizzare cotte, ottime nelle minestre e nei risotti, oppure si possono mangiare come gli spinaci, scottate e condite con olio, limone e sale. Golosissime da provare con le frittate!

Ecco alcune proposte per cucinare questa deliziosa erba.

Crespelle di ceci con carciofi, ortica e formaggio morbido di capra
Difficoltà: Facile
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 35 minuti
Ricetta di Antonio Scaccio

Fusilli integrali di grano khorasan al pesto di ortica
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Michele Maino

Spatzli di avena con ortiche e funghi
Difficoltà: Facile
Preparazione: 35 minuti
Cottura: 25 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Vellutata di ortiche ai doppi fiocchi
Difficoltà: Facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Gnocchetti alle ortiche con burro alla vaniglia
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 100 minuti
Ricetta di Michele Maino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here