Le piante realizzate con le nuove biotecnologie vanno regolamentate come gli Ogm


E’ la posizione assunta da tempo dall’Ifoam Ue, l'associazione delle organizzazioni del biologico, e ribadita in questi giorni alla vigilia delle conclusioni preliminari dell'Avvocato generale della Corte di giustizia Ue su una di queste tecniche. La stessa valutazione è stata data anche dal Gruppo Verdi UE

Le piante realizzate con le nuove biotecnologie vanno regolamentate come gli ogm. E' la posizione – informa una nota dell’ANSA - di Ifoam Europa, l'associazione delle organizzazioni del biologico a livello Ue, sul tema delle nuove tecniche di ingegneria genetica. "Il settore biologico - si legge in una nota di Ifoam - ribadisce il suo impegno nei confronti dei consumatori di escludere efficacemente gli Ogm dai suoi sistemi di produzione e sollecita i responsabili politici a regolamentare l'uso degli Ogm ottenuti con tecniche recenti" Qui il Comunicato stampa di Ifoam  (in inglese).
L'iniziativa arriva a pochi giorni dalle conclusioni preliminari dell'Avvocato generale della Corte di giustizia Ue su una di queste tecniche, attese per il 18 gennaio. La sentenza è attesa nei prossimi mesi. Dalla Corte ci si aspetta un pronunciamento che indichi che il biotech di nuova generazione applicato all'agricoltura debba sottostare alle stesse regole oggi in vigore per gli Ogm.

Anche il Gruppo Verdi UE ha dato la stessa valutazione. Si legge infatti in una nota dell’ANSA che le piante selezionate con le nuove biotecnologie implicano "interventi diretti nel genoma o al livello molecolare all'interno della cellula" e per questo dovrebbero essere regolamentati come gli ogm. "Ora che è chiaro il fallimento degli ogm in Europa - attacca il portavoce dei Verdi Bart Staes - l'industria biotech, aiutata dai loro lobbisti e da alcuni politici, cerca di deregolamentare di fatto l'intera gamma degli ogm 2.0".

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here