La ricerca per l’agricoltura biologica e biodinamica: una visione d’insieme


Un incontro di due giorni promosso dal CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria) il 20 e 21 gennaio prossimi

La presentazione del Piano d’azione MiPAAF per il settore biologico, il lancio del programma di lavoro 2016 – 2017 della Societal Challenge 2 di Horizon 2020, l’avvio della discussione in ambito ISOFAR sulla ricerca per l’agricoltura biologica 3.0, l’attuazione dei Piani di sviluppo rurale regionali con la conseguente applicazione della strategia PEI nonché le azioni a sostegno dell’innovazione e della sostenibilità realizzate dalla Rete Rurale Nazionale, sono - si legge in una nota del SINAB - alcuni degli elementi che avranno presumibilmente un rilevante impatto sulla ricerca Italiana per l’agricoltura biologica. Il settore biologico può contare su una vivace rete di conoscenze e di saperi e su una propensione all’innovazione e all’attuazione di percorsi co-partecipati superiore alla media, tale da far prefigurare uno scenario per la ricerca per molti versi nuovo e fortemente dinamico, con il quale saremo chiamati a misurarci nei prossimi anni. In questo contesto, il CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l”analisi dell’economia agraria) sta preparando per il 20 - 21 gennaio a Roma un convegno che intende analizzare e condividere tra la comunità scientifica che si occupa di ricerca ed innovazione in agricoltura biologica lo scenario di riferimento, presentare e discutere alcune delle ricerche di recentissima conclusione ed in corso di svolgimento e definire il quadro prospettico per la ricerca in agricoltura biologica.
Il programma è in via di definizione e verrà pubblicato entro breve. Per maggiori informazioni contattare: Monica Ranuzzi (monica.ranuzzi@entecra.it; +39 06 47836689) Eleonora Lombardi (eleonora.lombardi@entecra.it ; +39 06 47836250.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here