La Commissione Ambiente del Parlamento Europeo dice no al rinnovo dell’autorizzazione del glifosato


Le 34 associazioni della coalizione #StopGlifosato considerano un passo avanti nella giusta direzione  la proposta di risoluzione che si pronuncia contro il rinnovo dell’autorizzazione del pesticida e che chiede una revisione scientifica indipendente sulla valutazione dell’EFSA

La coalizione italiana #StopGlifosato, formata da 34 associazioni ambientaliste e dell’agricoltura biologica, esprime grande soddisfazione per l’approvazione, da parte della Commissione Ambiente dell’Europarlamento della proposta di risoluzione del socialdemocratico Pavel Poc. E’ quanto si legge in un comunicato stampa pubblicato da Federbio. La risoluzione approvata invita la Commisione Ue a non rinnovare l’autorizzazione all’utilizzo del glifosato in scadenza a giugno di quest’anno, commissionare una valutazione scientifica indipendente sulla sostanza e divulgare tutti i dati che l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha utilizzato per la sua valutazione.
La proposta, approvata a larga maggioranza  verrà votata in aula nella sessione dell’11-14 aprile e avrà senz’altro un importante peso sia sul voto del Parlamento sia sul parere che il Comitato fitosanitario, composto da esperti nominati dagli Stati membri esprimerà a maggio.
“Due risultati fondamentali quelli di non rinnovare l’autorizzazione del glifosato e chiedere invece una valutazione scientifica indipendente; proprio come chiedeva la nostra coalizione nella lettera appello inviata agli Europarlamentari il 4 di marzo – dice Maria Grazia Mammuccini, portavoce della coalizione – “ l’Europa, attraverso questo voto della Commissione Ambiente, sta mostrando senz’altro il suo volto migliore e, anche in un momento così drammatico che, a seguito dei fatti di Bruxelles, ha colpito profondamente tutti noi,  dimostra, su un tema così complesso, di voler rispettare i principi democratici mettendo in primo piano la salute dei cittadini e il rispetto dell’ambiente.
Siamo fiduciosi che, anche grazie alla posizione italiana, espressa recentemente dai tre ministri Martina, Lorenzin e Galletti, la battaglia contro il glifosato sarà vinta perché i cittadini che vogliono vivere in un mondo più pulito e più sano sono ormai la maggioranza. A dispetto degli interessi delle grandi lobby”.
La coalizione #StopGlifosato continuerà a vigilare e a organizzare una serie di azioni in attesa delle successive scadenze a livello europeo che porteranno alla decisione finale sul rinnovo dell’autorizzazione all’utilizzo dell’erbicida e a chiedere nuovamente al Governo e alle Regioni di escludere il glifosato dal Piano agricolo Nazionale per l’uso sostenibile dei fitofarmaci e a rimuoverlo da tutti i disciplinari di produzione che lo contengono.
Della coalizione fanno parte: Aiab, Associazione pe l’agricoltura biodinamica, FAI, Federbio, Firab, Italia Nostra, ISDE – Medici per l’ambiente, Legambiente, Lipu, Navdanya International, PAN Italia, Slowfood, Terra Nuova, Touring Club Italiano, Associazione Pro Natura, UpBio, WWF.
Aderiscono alla Campagna Stop Glifosato : AnaBio, Asso-Consum, l’Associazione Culturale Pediatri (ACP), Donne in campo-CIA Lombardia, Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua, Greenpeace, Ibfanitalia, MdC, NUPA, REES Marche, il Test, UNA.API, VAS, WWOOF Italia, Zero OGM, Green Italia, Cospe Onlus.

La Portavoce del Tavolo delle associazioni:  Maria Grazia Mammuccini, 3357594514

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here