L’identikit del bevitore di vini biologici


A disegnarlo un sondaggio di Winenews e Vinitaly che, in collaborazione con Federbio, organizza la prima edizione di Vinitalybio, a Verona dal 6 al 9 aprile

Secondo quanto riferisce un ampio articolo pubblicato dalla Adnkronos, quella per i vini bio, passati in pochi anni da ristretta nicchia di mercato a prodotti di tendenza, è una mania che sembra proprio ''sull'orlo'' di scoppiare: l'82% degli eno-appassionati ha aumentato i consumi di vino biologico nei soli ultimi 3 anni, nel calo generale del consumo enoico che non si arresta. L'identikit del ''bio-addicted''? Stappa una bottiglia a settimana, per acquistarla spende in media sui 15 euro, la compra direttamente dal produttore e la sceglie perché rispetta l'ambiente. Ecco la fotografia scattata da un sondaggio di www.winenews.it e Vinitaly (www.vinitaly.com), appuntamento enologico di livello internazionale, a cui hanno risposto 1.256 ''enonauti'', appassionati già fidelizzati al mondo del vino e del web. La ''marcia'' in più? Il logo europeo con la foglia verde, introdotto dall'Unione Europea, che il 98% dei wine lover ritiene utile per riconoscere un vino biologico.
A conferma di un trend in crescita che non si arresta, anche la novità, targata Veronafiere e FederBio, la federazione che raggruppa le organizzazioni operanti in tutte le filiere dell'agricoltura biologica e biodinamica, del nuovo Vinitalybio a Vinitaly 2014 (Verona, 6/9 aprile): un salone specializzato e riservato ai vini biologici certificati con l'obiettivo di valorizzare le produzioni enologiche che seguono le norme del regolamento Ue, e che si unisce, nel panorama bio di Vinitaly 2014, a ''Vivit - Vigne Vignaioli Terroir'', la vetrina esclusiva dei vini artigianali.

 

http://www.adnkronos.com/IGN/Sostenibilita/Tendenze/Bio-mania-pronta-a-scoppiare-aumentano-i-consumi-dei-wine-lover_321338704653.html

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here