L’agricoltura biologica è più conveniente anche in Africa


Rese analoghe e vantaggi economici superiori dovute ai minori input chimici ed energetici, e ai prezzi di mercato più favorevoli. Benessere maggiore per i contadini e fertilità assicurata ai terreni. I risultati di una ricerca del Fibl

Nei paesi tropicali l'agricoltura biologica batte l'agricoltura convenzionale. Uno studio di lungo raggio effettuato in Kenya dall'istituto svizzero Fibl (Swiss Research Institute of Organic Agriculture) ha dimostrato in modo inequivocabile che l'agricoltura biologica non solo genera delle rese del tutto comparabili ai sistemi convenzionali, ma produce dei ricavi superiori per i contadini. Lo studio si è concentrato a Thika e Chuka (Kenia) con la collaborazione di partner locali, sin dal 2007. Ne riferisce un articolo su Terra Nuova.
Il risultato sorprendente è che viene sconfessato uno dei pregiudizi più diffusi, secondo il quale l'agricoltura biologica richiederebbe un'occupazione maggiore di terre per produrre i medesimi risultati rispetto al convenzionali. Per quanto riguarda il beneficio economico, gli agricoltori biologici possono beneficiare di costi nettamente inferiori per il non uso di input chimici ed energetici e approfittare di prezzi di mercato più elevati: i risultati positivi si realizzano dopo 5 anni e il margine è addirittura superiore del 63% al sesto anno.
Un altro fattore importante sottolineato dallo studio è la migliore conservazione della fertilità dei suoli, insieme ad un effetto benefico sugli ecosistemi e sulla salute pubblica, minacciata dall'uso massiccio di pesticidi.
Degli studi paralleli sulla produzione di cotone in India e di caffè in Bolivia hanno confermato gli stessi risultati e il vantaggio del metodo organico. L'obiettivo adesso è quello di riuscire a supportare lo sviluppo di politiche e strategie che consentano l'adozione di pratiche sul buon uso del territorio in questi paesi.
Vedi il documento ufficiale Fibl

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here