‘Italia 2015’ il 28 marzo a Firenze


Dopo ‘Expo delle idee’ a Milano, la seconda tappa del percorso per la definizione dei contenuti dell’Esposizione universale. A concludere la giornata di lavori, sarà il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

"Con 'Expo delle idee' a Milano abbiamo tracciato un percorso importante sui contenuti dell'Esposizione universale. La seconda tappa di questo percorso sarà 'Italia 2015' a Firenze, il 28 marzo, in un luogo straordinario come Palazzo Vecchio. Un passaggio di testimone dalla modernità di Hangar Bicocca alla storia di Firenze come metafora della potenza italiana. Nel corso dei sei mesi di Expo metteremo in evidenza la forza del nostro Paese, mostrando tutti i contenuti di Padiglione Italia con centinaia di eventi. A concludere i lavori, il 28 di marzo, sarà il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ci onorerà della sua presenza e del suo intervento."
Così – riferisce un Comunicato stampa - il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, con delega ad Expo Milano 2015, Maurizio Martina, nella conferenza stampa di presentazione della seconda tappa dell'Expo delle idee, presso la sede Rai, a 50 giorni dall'apertura dell'Esposizione universale.
"Faremo un lavoro importante anche verso la Carta di Milano, con una riunione del coordinamento e dei 42 responsabili dei tavoli di 'Expo delle idee'. Dopo i contributi importanti di Papa Francesco e Lula - ha aggiunto Martina - avremo Emma Bonino, Romano Prodi, Aung San Suu Kyi. Una giornata di mobilitazione di competenze, professionalità, energia, per svelare alcune chiavi di lettura fondamentali: bellezza, saper fare e innovazione. Tre elementi chiave per raccontare l'Italia e le sue potenze."
"Chiameremo a raccolta tanti protagonisti dell'esperienza italiana, - ha concluso il Ministro - in modo da completare il lavoro di avvicinamento all'appuntamento di Milano del 1 maggio. La tappa di Firenze ci aiuterà moltissimo a sviluppare la consapevolezza di Expo e le prospettive del Paese. Il 2015 può essere l'anno della svolta sotto il profilo economico e sociale e l'Esposizione universale dovrà dunque rappresentare l'occasione per rafforzare questa crescita."

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here