Non sempre basta miscelare bene gli ingredienti per ricavare un’insalata riuscita: ecco allora le indicazioni base, per ottenere sempre risultati da 10 e lode

5 ricette per fresche insalate: Insalata ricca con borlotti freschi, pecorino e pesca bianca alla maggiorana - Insalata di barbabietole rosse e crescione - Insalata mista in salsa agrodolce - Insalata rinfrescante alla genovese - Insalata di spinaci e amarene

Dimentichiamoci delle “famigerate” insalatone dei bar, nelle quali talvolta vengono mescolati senza equilibrio e abbinati ingredienti anche incompatibili (formaggi, tonno e uova), almeno dal punto di vista nutrizionale. Per preparare un’ottima insalata, ricca di sfumature e consistenze diverse, è bene conoscere alcune semplici regole e qualche piccolo trucco come quelli che vi proponiamo. Partendo, come sempre, da ingredienti di qualità.

Tre consigli pratici da ricordare

1.    Combinate assieme ingredienti amari e dolci contrastandoli con aromi piccanti o profumati.
2.    Preparate il condimento in anticipo, ma aggiungetelo alle insalate solo prima di servirle. Procedete in questo modo. Sciogliete il sale nella componente acida prescelta (aceto, succo di limone, yogurt), aggiungete le eventuali erbe o spezie e completate con l’olio.
3.    Donate croccantezza aggiungendo, ad esempio, frutta secca, semi o cubetti di pane. Prima di aggiungerli all’insalata, tostate gli ingredienti scelti a colore basso per alcuni minuti e aggiungeteli una volta raffreddati.

Tutti i segreti per condire con gusto ed equilibrio

Questioni di acidità
Evitate o limitate l’aceto o i condimenti troppo acidi (limone, yogurt) quando nell’insalata compaiono verdure intense come l’acetosella o spezie come lo zenzero. Semmai, per ingentilirne la presenza, scegliete aceti più delicati come quello di mele, oppure aggiungete piccole quantità di miele o zucchero di canna. Non esagerate con l’aceto balsamico: per quanto ottimo limitatene l’uso a poche gocce e in casi specifici.

Condimenti personalizzati
Aromatizzare l’olio è facile e veloce: nel caso di zenzero e frutta secca tostata basta un giorno, mentre le erbe come basilico e maggiorana hanno bisogno di almeno una settimana. Sistemate le erbe pulite in vasetti colmi d’olio e conservateli in frigorifero. Filtrateli prima dell’uso. Per aromatizzare gli aceti il tempo necessario è maggiore: occorrono 2-3 settimane di macerazione. Oltre che con le erbe, provate con lamponi e mirtilli.

Sale alle erbe
Il sale si può insaporire in mille modi: con le classiche erbe mediterranee come rosmarino, salvia e basilico tritati; spezie contrastanti come cannella e zenzero in polvere o macinati; semi tostati come sesamo e girasole. Per prepararli, frullate o pestate in un mortaio il sale grosso con l’aroma scelto fino a ottenere una polvere. Oltre a migliorare il sapore complessivo, con questi sali ridurrete la percentuale di sodio consumata.

Ecco alcune insalate perfette per tutti i palati.

Insalata ricca con borlotti freschi, pecorino e pesca bianca alla maggiorana
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Insalata di barbabietole rosse e crescione
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 0 minuti
Ricetta di Piera Gatti

Insalata mista in salsa agrodolce
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 5 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Insalata rinfrescante alla genovese
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Insalata di spinaci e amarene
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 0 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here