Inventare una “app” per salvare il pianeta


Era questo l’obiettivo di un concorso proposto dall’Ambasciata svizzera a Roma agli studenti fra i 14 e i 18 anni. Le app premiate riguardano alcuni dei temi di Expo: evitare gli sprechi, i vantaggi di un’agricoltura sostenibile, condividere il cibo per aiutare il pianeta

La sfida era icreare, in vista di Expo 2015, una “app”, ossia un’applicazione per smartphone e tablet, con l’obiettivo di sensibilizzare altri coetanei e il pubblico in generale sul tema dell’esposizione universale “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. E ciò in tutte le sue sfaccettature: dallo spreco di cibo alla sicurezza alimentare, dal consumo di suolo alla ridistribuzione del surplus alimentare. Il tutto partendo da tre schede didattiche scritte da cinque esperti su spreco ed educazione alimentare, sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile e su patrimonio agroalimentare. Dell’iniziativa rifersce un articolo su Swisse info.
Un progetto quadrilingue (italiano, inglese, francese e tedesco) per un concorso intitolato “Italia-Svizzera verso l’expo 2015: imparare, sviluppare, diffondere” e rivolto agli studenti di età compresa tra i 14 e i 18 anni delle scuole superiori di Italia e Svizzera. L’iniziativa è stata promossa dall’Ambasciata svizzera in Italia e dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca italiano (MIUR) con il sostegno del Liceo Niccolò Macchiavelli di Roma, non nuovi a collaborare insieme nell’ambito didattico.
Moltissime le scuole dei due paesi che hanno partecipato e un centinaio gli studenti che hanno elaborato decine di app sul tema proposto, sottoponendole al giudizio di due giurie: una, la giuria nazionale, formata da esperti appositamente selezionati dal MIUR e dall’Ambasciata di Svizzera e l’altra, quella popolare, composta di utenti del sito ufficiale del concorso.
Il premio consisteva in un viaggio di due giorni a Milano, nei padiglioni del sito espositivo di Expo, con la possibilità di presentare i propri lavori nel corso di una cerimonia di premiazione tenuta martedì scorso al Centro svizzero del capoluogo lombardo, al cospetto di autorità e organizzatori. Fra i temi che i ragazzi hanno affrontato con le proposte di app premiate: evitare gli sprechi, i vantaggi di un’agricoltura sostenibile, condividere il cibo per aiutare il pianeta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome